Vaticano, Parolin e Peña Parra sono positivi al Covid

© AFP 2022 / Sergei Gapon Il segretario di Stato della Santa Sede, monsignor Pietro Parolin
Il segretario di Stato della Santa Sede, monsignor Pietro Parolin - Sputnik Italia, 1920, 19.01.2022
Seguici suTelegram
Entrambi sono vaccinati con tripla dose e in isolamento fiduciario. Timori per Papa Francesco, ma il pontefice ha preso parte, come di consueto, all'udienza del mercoledì ed è apparso in buona salute.
La notizia è iniziata a circolare sui social nella giornata di ieri. Poi è arrivata la conferma da Oltretevere. Il segretario di Stato Vaticano, Pietro Parolin, e il sostituto alla Segreteria di Stato, Edgar Peña Parra, sono risultati positivi al Covid.
Entrambi, come si legge su Avvenire, che cita fonti della sala stampa vaticana, sono vaccinati con tre dosi.
Parolin, che ha fatto il test tra domenica e lunedì, ha sintomi lievi, mentre Peña Parra è totalmente asintomatico. Ora sono in isolamento fiduciario nei rispettivi appartamenti e, in attesa che il tampone torni negativo, hanno annullato tutti gli impegni.
Secondo quanto si legge sul Messaggero, tutto il personale della prima e seconda sezione della Segreteria di Stato si è dovuto sottoporre al tampone. Esame che, con tutta probabilità, avrà svolto anche da Papa Francesco, che ogni giorno vede Peña Parra per affrontare le pratiche quotidiane.

Oggi il Papa ha tenuto la consueta udienza del mercoledì senza particolari problemi, rassicurando chi è in ansia per la sua salute dopo la scoperta della positività al Covid di due dei suoi più stretti collaboratori.

In Vaticano, ricorda il quotidiano dei vescovi, nell’ultimo periodo è stato introdotto l’obbligo di green pass rafforzato, quello che si ottiene attraverso vaccinazione o guarigione, per accedere al posto di lavoro.
Dovranno mostrare il super green pass per oltrepassare le mura leonine anche i collaboratori esterni, il personale di aziende che collaborano con il Vaticano e i visitatori. All’interno di tutti i luoghi chiusi, inoltre, è stato introdotto l’obbligo di indossare la mascherina Ffp2.
Le nuove regole sono contenute in un decreto firmato lo scorso dicembre proprio dal cardinale Parolin, per garantire la sicurezza di fronte alla crescita dei contagi e all’aggravarsi dell’emergenza sanitaria.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала