'Storie dell'orrore': Minsk respinge insinuazioni Usa su invasione russa dell'Ucraina da Bielorussia

© Sputnik . Alexei Danichev / Vai alla galleria fotograficaVladimir Putin e Alexander Lukashenko
Vladimir Putin e Alexander Lukashenko - Sputnik Italia, 1920, 19.01.2022
Seguici suTelegram
Le recenti affermazioni del Dipartimento di Stato americano in merito alla presunta invasione russa dell'Ucraina dal territorio della Bielorussia e al dispiegamento di armi nucleari russe nel Paese alleato non sono altro che "storie dell'orrore", ha affermato il ministero degli Esteri bielorusso.
Un alto funzionario del Dipartimento di Stato americano ha affermato nella giornata di ieri che le modifiche proposte alla Costituzione bielorussa indicano i piani di Minsk per consentire il dispiegamento di forze convenzionali e nucleari russe sul suo territorio. I diplomatici statunitensi hanno inoltre sostenuto che la Russia potrebbe schierare le sue truppe in Bielorussia con il pretesto di esercitazioni militari per attaccare potenzialmente l'Ucraina da nord.
"Abbiamo dato uno sguardo a questo bizzarro briefing. È una raccolta sorprendente di fantasie e storie dell'orrore. Inoltre il tutto è stato fatto assolutamente di proposito, anche la fonte anonima è emblematico", ha detto il portavoce del ministero degli Esteri bielorusso Anatoly Glaz, accusando Washington di aver rilasciato false dichiarazioni per aggravare la situazione e giustificare le sue "azioni illegali".
Il portavoce ha affermato che Minsk non è obbligata a riferire a Washington ma "se qualcosa desta preoccupazione, siamo sempre pronti a discuterne in modo civile".
Il vice ministro Esteri russo Sergey Ryabkov - Sputnik Italia, 1920, 19.01.2022
Viceministro Esteri Ryabkov: la Russia non attaccherà l'Ucraina
A dicembre la Russia ha presentato agli Stati Uniti e alla Nato bozze di proposte sulle garanzie di sicurezza in Europa. Il 10 gennaio la Russia e gli Stati Uniti hanno condotto un ciclo di negoziati sulla stabilità strategica a Ginevra, seguito dal primo Consiglio Nato-Russia dal 2019 a Bruxelles il 12 gennaio e dai colloqui nell'ambito dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce - ndr) a Vienna il giorno successivo. Le relazioni Russia-Ucraina erano il tema principale di discussione.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала