Galli: la Omicron non è poi così debole, anche lei ha fatto i suoi morti

 Massimo Galli - Sputnik Italia, 1920, 19.01.2022
Seguici suTelegram
Il professore Galli a tutto campo sulla variante Omicron e sulla pandemia. Ecco le sue ultime posizioni sulla situazione epidemiologica in Italia.
L’ex professore Massimo Galli, ora in pensione e indagato a Milano per presunti concorsi universitari truccati, dice che i “morti di oggi” non li ha fatti tutti la variante Delta.
Lui ci tiene a trattare “col dovuto rispetto anche la variante Omicron” del coronavirus, che da due anni attanaglia il mondo.
Sì, è vero “che per certi aspetti ha meno capacità patogena ma non è vero che non ne abbia” Omicron, spiega il professore in pensione, sempre molto attivo su quotidiani e in trasmissioni televisive.

Molti non fanno il tampone

Ad Agorà, su Rai 3, ha detto che “c'è una quantità enorme di persone che ha l'infezione e non ha fatto il tampone o non lo ha dichiarato dopo averlo fatto in modo privato”.
In pratica, secondo il professore Massimo Galli, ci sarebbero degli italiani e delle italiane che non ne vogliono sapere di spendere tra le 50 e le 70 euro di tampone molecolare per verificare se hanno il Sars-CoV-2 o una più banale influenza stagionale.
Ad ogni modo, Galli è speranzoso quando guarda ai dati statistici che provengono dal Regno Unito.
Lì i casi sono in calo e prefigurano una “situazione in cui le vaccinazioni sono numerose, mi auguro si possa arrivare ad un contenimento dopo un periodo di diffusione della variante”.
Certo, le cifre indicano ancora un numero di morti altissimo, con 440 decessi dichiarati il 18 gennaio nel Regno Unito e quasi 95mila nuovi contagi.

Galli contro le scuole aperte

Il professore Galli ribadisce di essere un chiusurista e di preferire agli alunni che apprendono in classe, quelli che se ne stanno a casa in didattica a distanza.
“Avete un punto di vista a 15 gradi, a voi interessa solo il lato politico immediato. Continuate a non capire che qui non si tratta di essere il paladino della dad, qui si tratta di parlare di 15 giorni nel picco della nuova ondata. Da due anni non capite cosa sta succedendo”, dice infuocato il professore in pensione alla deputata Augusta Montaruli di Fratelli d’Italia, anche lei presente alla puntata odierna di Agorà.

Ridurre le misure? Non se ne parla

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, nei giorni scorsi, aveva affermato che passata la bufera, le misure contro il coronavirus sarebbero state allentate, per far respirare la gente obbligata con le mascherine anche all’aperto.
Ma Galli proprio non ne vuol sapere: “Ieri (mercoledì 18 gennaio - ndr) abbiamo avuto numeri record, parlare di allentamenti in un momento del genere, confidando nell'impatto più leggero di Omicron, mi sembra abbastanza avventato”.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала