Fregata danese si unirà alla forza NATO nel Mar Baltico per “deterrenza alle attività della Russia”

© Foto : By Mtlarsen Una fregata danese F361 della classe Iver Huitfeldt che monta i cannoni 76/62 Super Rapid
Una fregata danese F361 della classe Iver Huitfeldt che monta i cannoni 76/62 Super Rapid - Sputnik Italia, 1920, 19.01.2022
Seguici suTelegram
La fregata danese HDMS Peter Willemoes, con un equipaggio di 160 persone, si unirà alla flotta della NATO nel Mar Baltico come parte del contributo del paese all'alleanza in una missione descritta come “monitoraggio e la deterrenza dell'attività russa nel Mar Baltico".
La fregata sarà fornita insieme a quattro aerei F-16 e 70 soldati a sostegno della missione di preparazione della NATO nell'area del Mar Baltico. Questa misura è stata decisa dopo che la NATO aveva specificamente richiesto l'aumento del contributo, ha affermato il ministro della Difesa Trine Bramsen in una dichiarazione.
La missione avrà un focus speciale sui paesi baltici e, secondo la Marina danese, il compito della fregata danese consisterà principalmente nel mostrare la sua presenza, vicinanza e solidarietà con l'intera alleanza NATO.
Tuttavia, poiché il dispiegamento avviene in mezzo alle tensioni tra Russia e Occidente, la nave "terrà d'occhio l'attività russa nel Mar Baltico" e "dissuaderà la Russia dall'aumento delle tensioni nel conflitto con l'Ucraina", ha riferito la Danish Radio, citando esperti militari.
Secondo Anders Puck Nielsen, capitano di marina e analista militare presso l'Accademia di difesa, la maggiore presenza navale della NATO nel Mar Baltico deve essere vista alla luce di due cose.
"In primo luogo, l'idea è di inviare alcuni chiari segnali sia alla Russia che ai paesi baltici che siamo uniti nella NATO e che l'intera situazione in realtà ci fa avvicinare ancora di più. In secondo luogo, c'è un compito militare molto specifico: sorveglianza, possibile deterrenza ed essere in grado di mantenere la presenza, se i russi aumentano improvvisamente la loro presenza militare nel Mar Baltico", ha detto Nielsen alla radio danese.
Pur sottolineando che tali "operazioni dal vivo", fino a poco tempo fa, avvenivano solo in acque lontane, Nielsen ha affermato che la missione dell'HDMS Peter Willemoes non è aggressiva e che la Danimarca sta navigando nel proprio cortile.
Il dispiegamento della fregata arriva la settimana dopo l’incontro tra diplomatici russi e controparti USA e NATO per discutere le proposte di Mosca su come allentare le attuali tensioni ed evitare contatti ravvicinati tra mezzi e truppe dei due schieramenti.
La proposta, tra le altre cose, chiedeva appunto dall’astenersi dal dispiegare truppe, sistemi missilistici, aerei e navi da guerra in aree a breve distanza dalla controparte.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала