Cremlino: impossibile spegnere il Nord Stream 2, non ancora iniziate le forniture di gas

© Sputnik . Dmitrij Leltschuk / Vai alla galleria fotograficaGasdotto
Gasdotto  - Sputnik Italia, 1920, 19.01.2022
Seguici suTelegram
È impossibile far smettere di funzionare il progetto Nord Stream 2, dal momento che le consegne di gas non sono ancora iniziate, ha affermato oggi il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, aggiungendo che questo tipo di situazione ha un impatto negativo sui consumatori europei.
"La Russia è regolarmente e quotidianamente minacciata da qualcuno. Il progetto commerciale internazionale Nord Stream 2 non può essere spento, perché non è stato ancora attivato", ha detto Peskov ai giornalisti, quando gli è stato chiesto della dichiarazione del cancelliere tedesco Olaf Scholz sulla possibilità di spegnere il gasdotto in caso di tensioni in Ucraina.
Peskov ha proseguito, affermando che la situazione in Ucraina è tesa e che ulteriori consegne di armi potrebbero aggravarla ulteriormente.
“Per quanto riguarda la situazione tesa in Ucraina, è davvero molto, molto tesa. Vediamo consegne di armi, vediamo varie manovre, voli di aerei dalla Nato e dai paesi dell'Europa occidentale. Tutto questo porta tensioni in Ucraina", ha detto Peskov ai giornalisti.
Il portavoce del Cremlino ha aggiunto che Mosca vuole che Berlino “presti attenzione” anche a questo.
Secondo Peskov, la Russia accoglie con favore gli sforzi di qualsiasi paese per risolvere la crisi Ucraina.
Turkish President Tayyip Erdogan addresses members of parliament from his ruling AK Party (AKP) during a meeting at the Turkish parliament in Ankara, Turkey, February 10, 2021 - Sputnik Italia, 1920, 18.01.2022
Erdogan sicuro, irrealistica l'invasione russa dell'Ucraina
All'inizio della giornata, Ankara ha affermato che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva invitato i capi di Stato di Russia e Ucraina Vladimir Putin e Vladimir Zelensky a recarsi in Turchia per discutere e risolvere le divergenze.

"Accogliamo con favore gli sforzi di tutti i paesi che possono aiutare a risolvere la situazione in Ucraina. I principali disaccordi tra Russia e Ucraina sono legati proprio allo stallo del processo di attuazione degli accordi di Minsk... da parte di Kiev. Se i partner turchi possono influenzare gli ucraini e incoraggiarli a rispettare gli accordi presi in precedenza, questo può solo essere accolto favorevolmente", ha detto Peskov ai giornalisti.

La scelta del luogo per i negoziati sull'Ucraina è una questione secondaria, la cosa principale è spingere Kiev ad attuare gli accordi di Minsk.
Il Cremlino considera l'imminente incontro tra il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e il segretario di Stato americano Antony Blinken "estremamente importante", ha affermato Peskov. I capi delle diplomazie di Mosca e Washington dovrebbero incontrarsi questo venerdì a Ginevra.
"Naturalmente, alla luce dei negoziati già avvenuti e del processo di formulazione di una risposta da parte di Stati Uniti e Nato, tali contatti che avranno luogo venerdì sono estremamente importanti. Non diciamo ancora niente, l'agenda è assolutamente chiara, quindi aspettiamo fino a venerdì", ha detto Peskov ai giornalisti.
Il portavoce di Putin ha aggiunto che la Russia è ancora in attesa di una risposta scritta dagli Stati Uniti in merito alle proposte di Mosca sulle garanzie di sicurezza.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала