Svezia, "caccia ai droni" dopo nuovi avvistamenti sulle centrali nucleari del Paese

Centrale nucleare  - Sputnik Italia, 1920, 18.01.2022
Seguici suTelegram
A seguito di diversi avvistamenti di droni sopra le centrali nucleari e il castello reale, la polizia svedese e la guardia costiera del Paese stanno indagando per stabilire l'eventualità o meno che i droni avvistati nell'arcipelago di Stoccolma possano provenire dal mare.
Dopo l'elevato allarme sollevato in seguito all'avvistamento di droni in Svezia durante il fine settimana, altri droni sono stati avvistati sulla centrale nucleare di Forsmark, nella contea di Uppland, e in sorvolo su altri luoghi "di rilevanza nazionale".

Gli allarmi sono stati lanciati lunedì pomeriggio, quando i passanti hanno riferito alle autorità di "oggetti volanti" sopra Forsmark.

"Il personale di polizia lo ha visto da terra e ha valutato che sì, si trattava di un drone", ha detto il portavoce della polizia Jonas Eronen all'emittente nazionale SVT.

Alle ricerche ha partecipato un elicottero, ma nessun sospetto è stato arrestato.

"Abbiamo messo in atto uno sforzo operativo, che è ancora in corso, e stiamo collaborando con l'aviazione della polizia e, naturalmente, con l'organizzazione di sicurezza di Forsmark", ha aggiunto Eronen.

Molti altri droni sono stati avvistati a Stoccolma e dintorni, incluso un "drone avanzato" osservato al castello di Drottningholm, la residenza della famiglia reale. La polizia e la Guardia Costiera stanno ora indagando nell'arcipelago, compresa la questione se i droni possano provenire dal mare, in quella che il quotidiano locale Aftonbladet ha definito come una vera e propria "caccia ai droni".

“I privati ​​hanno fatto diverse osservazioni. Noi stessi abbiamo fatto diverse osservazioni sui droni. Questi sono diversi posti nella Grande Stoccolma (la regione comprendente la capitale svedese e altri 25 comuni - ndr)”, ha detto ad Aftonbladet Daniel Wikdahl, del centro di comando regionale della polizia.

Drone al tramonto - Sputnik Italia, 1920, 17.01.2022
La Svezia indaga sui voli dei droni sopra le centrali nucleari come ‘incidente nazionale’
Pochi giorni prima dell'allarme, i droni sono stati avvistati su diverse centrali nucleari svedesi, compresi gli avvistamenti a Forsmark, Oskarshamn, Ringhals e persino la centrale dismessa di Barsebäck.
La Polizia di sicurezza del Paese (Säpo) ha preso in carico le indagini preliminari sugli avvistamenti di droni.
Il reato ipotizzato è un grave traffico non autorizzato di informazioni segrete.

"In generale, le minacce alla sicurezza contro la Svezia sono aumentate con una minaccia di intelligence più ampia e approfondita e un quadro del rischio più complesso", ha affermato Säpo nel suo comunicato stampa.
Nel frattempo, la polizia della contea di Norrbotten ha avviato un'indagine sui presunti droni avvistati la scorsa settimana negli aeroporti di Kiruna e Luleå. Tuttavia, i voli sono oggetto di indagine a livello locale per violazioni della legge sull'aviazione civile.
L'Agenzia dei trasporti svedese non richiede permessi per droni più leggeri che volano in vista e non più alti di 120 metri dal suolo. Tuttavia, è vietato sorvolare la folla o oggetti "protetti" e di rilevanza nazionale.
Alla fine di dicembre, meno di un mese fa, le forze armate svedesi hanno dichiarato che si stavano preparando a neutralizzare i droni non autorizzati che possono rappresentare una minaccia per il traffico aereo, filmare oggetti protetti o, peggio, trasportare armi.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала