Stoltenberg: nella Nato valutazioni differenti su Nord Stream 2

© Nord Stream 2 / Vai alla galleria fotograficaLa costruzione del gasdotto Nord Stream-2
La costruzione del gasdotto Nord Stream-2 - Sputnik Italia, 1920, 18.01.2022
Seguici suTelegram
Il segretario generale dell'Alleanza Atlantica riconosce la mancanza di una posizione comune tra gli Stati membri in merito al progetto infrastrutturale energetico Nord Stream 2.
Nella Nato ci sono valutazioni differenti sul progetto Nord Stream 2, ha detto in onda su BILD TV il segretario generale Jens Stoltenberg.
"Per quanto riguarda il Nord Stream 2, bisogna essere onesti e dire che abbiamo valutazioni diverse da parte dei vari membri della Nato. Alcuni si oppongono fermamente all'avvio del gasdotto Nord Stream 2, altri affermano che si tratta di una decisione economica. Ho preso atto che l'autorità di regolamentazione tedesca ha interrotto i lavori sulla certificazione di questo gasdotto e penso che, nonostante le differenze nella Nato su questo specifico progetto, la questione riguarda anche il fatto che bisogna diversificare le nostre forniture di energia, compreso il gas", ha affermato il segretario generale dell'Alleanza Atlantica, rispondendo a una domanda sulla posizione in relazione a Nord Stream 2.
Gasdotto  - Sputnik Italia, 1920, 24.12.2021
Putin: in Europa sciocchi gli sforzi per bloccare il Nord Stream 2, i prezzi del gas scenderebbero
Ha aggiunto che sullo sfondo dell'elevato consumo di gas in Europa, la Russia "aveva l'opportunità di aumentare le sue forniture di gas, ma non l'ha fatto".

Nord Stream 2

Il Nord Stream 2 è costituito da due rami, con una capacità totale di 55 miliardi di metri cubi di gas all'anno, che collegano le coste russe con la Germania attraverso il Mar Baltico. L'operatore del progetto è Nord Stream 2 AG, società controllata al 100% da Gazprom. I partner finanziari dell'azienda sono Royal Dutch Shell, OMV, Engie, Uniper e Wintershall.
Il gasdotto Nord Stream 2 è attualmente in fase di approvazione da parte del regolatore tedesco. Questo processo è stato sospeso, in quanto il regolatore ha ritenuto necessario per Nord Stream-2 AG creare una società con sede legale in Germania e presentare una nuova domanda di certificazione come operatore a suo nome, conformemente alla legislazione europea. Dopo la presentazione e l'accoglimento di tale domanda, il regolatore riprenderà l'iter, prenderà la sua decisione, su cui si esprimerà poi la Commissione Europea. Secondo i media tedeschi, questo processo potrebbe richiedere diversi mesi.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала