Scienziati rivelano: l'hamburger aumenta significativamente il rischio di sviluppare demenza

© Foto : Daniel Reche/Pixabay Hamburger e patatine fritte
Hamburger e patatine fritte - Sputnik Italia, 1920, 18.01.2022
Seguici suTelegram
Per il quotidiano Express, un panino con carne lavorata aumenta il rischio di demenza del 44%.
Gli scienziati dell'Università di Leeds hanno scoperto che mangiare carne lavorata ogni giorno aumenta il rischio di sviluppare demenza del 44%. Lo riporta Express.
I ricercatori hanno analizzato un database che contiene informazioni dettagliate sulla salute e sulle caratteristiche genetiche di circa mezzo milione di persone di età compresa tra 40 e 69 anni.
In otto anni di osservazione, gli specialisti hanno registrato 2.896 casi di demenza acquisita. La maggior parte dei pazienti fumava e conduceva uno stile di vita inattivo. Tra queste persone, anche i parenti soffrivano più spesso di demenza.
Allo stesso tempo, l'aumento del rischio di sviluppare questa malattia dalla carne lavorata era lo stesso indipendentemente dalla predisposizione genetica della persona. Secondo gli scienziati, anche mangiare un normale panino con pancetta o salsiccia ogni giorno aumenta la probabilità di demenza del 44%.
Recentemente, il professore in scienze biologiche, Semyon Golosheikin, ha definito i primi segnali di demenza. Tra questi, frequenti dimenticanze, una diminuzione della concentrazione e ricorrente "pensiero astratto".
Golosheikin ha notato poi che disturbi neurodegenerativi, lesioni alla testa, alcune infezioni, disordini metabolici, mancanza di alcune vitamine portano allo sviluppo della malattia.
Le forme di demenza più comuni sono il morbo di Alzheimer e l'aterosclerosi cerebrale.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала