Donbass, DNR annuncia l'arrivo di un nuovo gruppo di combattenti di "Pravy Sektor"

© Sputnik . Irina Gerashchenko / Vai alla galleria fotograficaDonetsk after shelling
Donetsk after shelling - Sputnik Italia, 1920, 18.01.2022
Seguici suTelegram
Nel Donbass, nell'area di un centro controllato dall'esercito ucraino, è stata nuovamente rilevata la presenza di militanti di "Pravy Sektor", ha affermato Eduard Basurin, vicecomandante della milizia dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk (DNR).
“E' stata rivelata la presenza di esponenti del "Pravy Sektor"* nell'area di responsabilità del primo battaglione del corpo della fanteria navale della 36a brigata (forze armate dell'Ucraina - ndr.) nell'area dell'insediamento di Pavlopol", ha precisato il rappresentante della DNR.
Secondo la milizia, i membri del gruppo nazionalista sono accompagnati dagli ufficiali del 74° Centro per l'informazione e le operazioni psicologiche e una troupe della tv ucraina.
"È interessante notare che durante le riprese di storie provocatorie, i nazionalisti rilasciano interviste, presentandosi come militari", ha aggiunto Basurin,
Ha anche affermato che gli osservatori della DNR hanno registrato la consegna di munizioni alle postazioni dell'esercito ucraino in un'auto con i simboli della rappresentanza di Kiev nel Centro congiunto per il controllo e il coordinamento del regime di cessate il fuoco.
Non è la prima volta che la milizia della DNR individua nel Donbass militanti del "Pravy Sektor". In precedenza, Basurin ha comunicato che 20 membri dell'organizzazione sono stati trovati nell'area di Novgorodsky, controllata da Kiev. Non sono state escluse provocazioni in direzione di Horlivka.
Inoltre, il 5 gennaio, le forze della DNR hanno registrato fino a 20 militanti nell'area di responsabilità del primo battaglione della 54a brigata meccanizzata delle forze armate ucraine nei pressi di Maryinka.
"Pravy Sektor" è un'associazione ucraina di organizzazioni nazionaliste radicali. A gennaio e febbraio 2014 i militanti del movimento hanno partecipato a scontri con le forze di sicurezza e al sequestro di edifici amministrativi; da aprile, alla repressione delle proteste nell'Ucraina orientale.
La linea diretta con Vladimir Putin - Sputnik Italia, 1920, 12.07.2021
Putin sul Donbass: "le promesse si sono rivelate menzogne"

Situazione nel Donbass

Nell'estate del 2020, nel Donbass sono entrate in vigore ulteriori misure per garantire l'armistizio. Queste misure implicano il divieto assoluto di sparare, deporre armi all'interno e nelle vicinanze degli insediamenti, azioni offensive e di ricognizione e di sabotaggio. Sono altresì vietate strumentazioni tecniche per equipaggiare postazioni di tiro e l'uso di droni da parte delle parti in conflitto in prossimità della linea di contatto. Inoltre le misure prevedono sanzioni per la violazione del cessate il fuoco. Queste misure anti-escalation devono essere in vigore fino alla completa risoluzione del conflitto.
Nell'aprile 2014 le autorità ucraine hanno lanciato un'operazione militare contro le autoproclamate Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk, che hanno dichiarato l'indipendenza dopo il colpo di Stato a Kiev nel febbraio 2014. Secondo gli ultimi dati Onu, circa 13mila persone hanno perso la vita nel conflitto. La normalizzazione del conflitto viene discussa nelle riunioni del gruppo di contatto. Tuttavia, dopo gli accordi di armistizio, i bombardamenti sono proseguiti, le milizie autonomiste hanno denunciato attacchi contro le zone residenziali da parte dell'artiglieria pesante ucraina.
Mosca ha più volte affermato che Kiev non rispetta gli accordi di Minsk e tira per le lunghe i negoziati per risolvere il conflitto. Il ministero degli Esteri russo ha osservato che Kiev ha inviato nel Donbass metà delle forze armate ucraine. Mosca ha inoltre espresso preoccupazione per le forniture di equipaggiamenti militari a Kiev dai Paesi della Nato ai confini russi e per l'aumento del numero di istruttori militari occidentali nel Donbass. L'Occidente continua a fornire supporto militare all'Ucraina, inclusa la fornitura di armi utilizzate nel Donbass.
* Organizzazione terroristica vietata in Russia
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала