ll più antico animale ibrido "bioingegnerizzato" del mondo scoperto in Siria

© Foto : Glen MinikinE' nato un cucciolo unico dopo l'accoppiamento di un asino e una zebra
E' nato un cucciolo unico dopo l'accoppiamento di un asino e una zebra - Sputnik Italia, 1920, 17.01.2022
Seguici suTelegram
Gli animali ibridi sono con noi da tempo e camminano ancora sulla faccia della Terra: un incrocio tra due razze. Due esempi ibridi sono il mulo (incrocio asino/cavallo) e la ligre (la progenie risultante quando una tigre maschio si accoppia con una femmina di leone). La prole mostrerà le caratteristiche di entrambi i genitori, ma è spesso sterile.
Un team internazionale di scienziati afferma di aver scoperto l'animale ibrido più antico conosciuto. Secondo i risultati del loro studio, pubblicato questa settimana sulla rivista Science Advances, hanno scoperto resti di misteriosi equidi risalenti a 4.500 anni fa (appartenenti alla famiglia dei cavalli e animali correlati come asini, zebre, ecc.) in Siria.

"Dagli scheletri, sapevamo che erano equidi [ famiglia che comprende tra gli altri i cavalli], ma i resti non corrispondevano alle misure tipiche degli asini né alle misure degli asini selvatici siriani. Quindi erano in qualche modo diversi, ma non era chiaro quale fosse la differenza" ha detto la coautrice dello studio Eva-Maria Geigl, esperta in genomica, dell'Istituto Jacques Monod di Parigi.

I ricercatori hanno quindi ipotizzato che i misteriosi animali fossero ibridi. Per verificare la loro ipotesi hanno esaminato campioni di ossa e li hanno confrontati con i resti di altre specie della famiglia dei cavalli. I risultati hanno mostrato che l'equide era la progenie di un'asina femmina e di un asino selvatico siriano maschio (noto anche come hemippe), una sottospecie estinta dell'asino selvatico asiatico, o onagro.

Kunga

Gli scienziati ritengono che la loro scoperta sia il kunga, un animale un tempo utilizzato dai residenti della Mesopotamia, che ora è ancora conosciuto in Iraq. Sono citati nei testi antichi e raffigurati su tavolette di argilla. I registri suggeriscono che fossero animali molto apprezzati e costosi, che potevano correre più veloci dei cavalli ed erano più forti degli asini.
Per queste qualità erano usati per trainare carri, sia sulle strade dove venivano usati per il trasporto delle classi abbienti, sia sul campo di battaglia, dove trainavano carri e, secondo quanto riferito, calpestavano i nemici. Gli animali venivano offerti anche come parte delle doti.

I ricercatori affermano che creare un kunga era un compito piuttosto complicato, poiché gli asini selvatici siriani correvano molto velocemente, anche più velocemente dei kunga stessi, ed erano quasi impossibili da domare.

"Hanno davvero bioingegnerizzato questi ibridi. Sono stati (qui) i primi ibridi in assoluto, per quanto ne sappiamo, e dovevano farlo ogni volta per ogni kunga che veniva prodotto. Questo spiega perché erano così preziosi", ha detto Eva- Maria Geigl.

I ricercatori presumono che, poiché la maggior parte degli ibridi sono sterili, i kunga sono stati soppiantati da cavalli che non erano così veloci ma erano più facili da allevare. Gli scienziati ora hanno in programma di condurre più studi, che potrebbero far luce sull'aspetto dei kunga.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала