Con la pandemia 99% umanità impoverito ma i 10 ricchi raddoppiano ricchezza - rapporto Oxfam

© AP Photo / Paolo SantaluciaOxfam activists wearing masks of the leaders of the G7 summit; from left, Italian Premier Paolo Gentiloni, US President Donald Trump, German Chancellor Angela Merkel, Japanese Prime Minister Shinzo Abe, French President Emmanuel Macron and Canadian Prime Minister Justin Trudeau, stage a demonstration in Giardini Naxos, near the venue of the G7 summit in the Sicilian town of Taormina, southern Italy, Friday, May 26, 2017
Oxfam activists wearing masks of the leaders of the G7 summit; from left, Italian Premier Paolo Gentiloni, US President Donald Trump, German Chancellor Angela Merkel, Japanese Prime Minister Shinzo Abe, French President Emmanuel Macron and Canadian Prime Minister Justin Trudeau, stage a demonstration in Giardini Naxos, near the venue of the G7 summit in the Sicilian town of Taormina, southern Italy, Friday, May 26, 2017 - Sputnik Italia, 1920, 17.01.2022
Seguici suTelegram
I primi due anni della pandemia di COVID-19 hanno contribuito a raddoppiare le fortune delle dieci persone più ricche del mondo, che ora da soli sono sei volte più ricche dei 3,1 miliardi di persone più povere, ha riferito oggi la Oxfam al Forum Economico Mondiale di Devos.
"I dieci uomini più ricchi del mondo hanno più che raddoppiato le loro fortune da 700 miliardi di dollari a 1,5 trilioni, a una velocità di 15.000 dollari al secondo o 1,3 miliardi al giorno, durante i primi due anni di una pandemia che ha visto diminuire i redditi del 99 per cento dell'umanità e oltre 160 milioni di persone in più sono finite costrette alla povertà", afferma la dichiarazione di Oxfam.
Oxfam (Oxford Committee for Famine Relief) confederazione internazionale di organizzazioni non profit che si dedicano alla riduzione della povertà globale, ha osservato che la pandemia di COVID-19 ha facilitato un aumento senza precedenti della ricchezza dei miliardari, che è cresciuta più che negli ultimi 14 anni messi insieme, rendendoli sei volte più ricchi dei 3,1 miliardi di persone più povere del mondo.
"Le banche centrali hanno pompato trilioni di dollari nei mercati finanziari per salvare l'economia, ma gran parte di questo ha finito per riempire le tasche dei miliardari che cavalcavano un boom del mercato azionario. I vaccini avevano lo scopo di porre fine a questa pandemia, eppure i governi ricchi hanno permesso a miliardari e monopoli farmaceutici di tagliare la fornitura a miliardi di persone", ha affermato Gabriela Bucher, Direttore Esecutivo di Oxfam International.
Nel frattempo, Oxfam afferma che la crescente disuguaglianza contribuisce alla morte quotidiana di almeno 21.000 persone che soffrono di accesso limitato all'assistenza sanitaria, violenza di genere, malnutrizione e sconvolgimento climatico. Una tassa una tantum del 99% sulle entrate della pandemia delle dieci persone più ricche potrebbe coprire la produzione di vaccini sufficienti per l'intera popolazione in tutto il mondo, fornire assistenza sanitaria e protezione sociale universali e finanziare l'adattamento climatico e la lotta alla violenza di genere in più di 80 paesi.
"Non è mai stato così importante iniziare a correggere i torti violenti di questa oscena disuguaglianza ridimensionando il potere e la ricchezza estrema delle élite, anche attraverso la tassazione, riportando quei soldi nell'economia reale e salvando vite umane", ha sottolineato Bucher.
Secondo Oxfam, oggi nell'economia globale non mancano i soldi, dato che i governi hanno impegnato 16 trilioni di dollari per contrastare la pandemia. Il vero problema è la lentezza dei governi nel prevenire l'arricchimento estremo dell'élite che perpetua la disuguaglianza e scatena la violenza economica contro la maggioranza della popolazione mondiale.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала