Serbia, il presidente sull'espulsione di Djokovic dall'Australia: "si sono umiliati"

© AP Photo / Ronald ZakIl presidente della Serbia Aleksandar Vucic
Il presidente della Serbia Aleksandar Vucic - Sputnik Italia, 1920, 16.01.2022
Seguici suTelegram
Presidente serbo Vucic: revocando il visto a Djokovic, le autorità australiane si sono umiliate da sole.
Le autorità australiane si sono umiliate revocando il visto al campione del mondo di tennis Novak Djokovic, ha affermato il presidente serbo Aleksandar Vucic.
Novak Djokovic, numero uno al mondo e vincitore in carica dell'Australian Open, ha ammesso domenica di essere rimasto estremamente deluso dalla decisione della Corte federale d'Australia di confermare la revoca del visto.
Successivamente nel corso della giornata le notizie segnalavano che il campione del tennis aveva lasciato Melbourne in aereo per Dubai.

"Coloro che pensano di aver difeso alcuni principi hanno dimostrato di non avere principi. Hanno deriso il miglior tennista del mondo per 10-11 giorni per consegnargli la decisione, che conoscevano già dal primo”, ha detto Vucic ai giornalisti.

"Poi è iniziata l'intimidazione, una caccia alle streghe contro una persona e l'intero Paese. Su Novak, volevano mostrare come funziona l'ordine mondiale e cosa possono fare a tutti (...) Con il loro passo, hanno umiliato non Novak, ma sé stessi”, ha sottolineato il presidente della Serbia.
Vucic ha poi promesso che le autorità serbe accoglieranno i tennisti australiani alle competizioni "molto meglio" a marzo e non creeranno loro problemi per dimostrare di essere "migliori del governo australiano".
Si ricordiamo che il torneo si terrà sui campi di Melbourne Park dal 17 al 30 gennaio.
Novak Djokovic - Sputnik Italia, 1920, 16.01.2022
Djokovic verrà espulso, la corte conferma la cancellazione del visto per lo sportivo
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала