Vicepremier russo Novak: "Russia ha adempiuto a obblighi sulle forniture del gas in Europa nel 2021"

© Sputnik . Vladimir Astapkovich / Vai alla galleria fotograficaAlexander Novak, ministro dell'Energia della Federazione Russa.
Alexander Novak, ministro dell'Energia della Federazione Russa. - Sputnik Italia, 1920, 15.01.2022
Seguici suTelegram
L'alto funzionario del governo di Mosca ha sottolineato ancora una volta l'importanza delle intese sul lungo periodo per la fornitura di gas.
La Russia ha adempiuto, nel 2021, a tutti i suoi obblighi derivanti da contratti a lungo termine per la fornitura di gas all'Europa.
Ad affermarlo è stato il vice primo ministro ed ex ministro dell'Energia russo Alexander Novak:

"La Russia ha adempiuto a tutti i suoi contratti a lungo termine per la fornitura (di gas - ndr) l'anno scorso, inoltre, abbiamo consegnato molto di più a Germania, Turchia e altri paesi che hanno scelto i loro volumi", ha detto Novak in un'intervista alla TV russa.

Il ministro ha quindi dichiarato che la Russia dispone delle risorse per fornire volumi di gas ancora superiori all'Europa, ma, affinché ciò avvenga, sono necessari contratti a lungo termine.
Nave cargo per il gas naturale liquefatto - Sputnik Italia, 1920, 08.01.2022
Russia entrerà nella top 3 dei produttori di gas naturale liquefatto entro 8 anni
Già in precedenza, il vicepremier russo Novak aveva sottolineato che l'assenza di contratti a lungo termine per le forniture è una delle ragioni principali che hanno portato all'aumento senza precedenti del prezzo del gas nel Vecchio Continente.
Il 21 dicembre, i prezzi spot del gas in Europa hanno raggiunto il massimo storico, superando per la prima volta i 2.000 dollari per 1.000 metri cubi. In precedenza, di solito, non superavano i 300-400 dollari.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала