Svezia e Finlandia possono diventare membri della Nato "istantaneamente"

© AP Photo / Virginia MayoEx secretario generale di NATO Anders Fogh Rasmussen
Ex secretario generale di NATO  Anders Fogh Rasmussen - Sputnik Italia, 1920, 15.01.2022
Seguici suTelegram
Secondo l'ex segretario dell'Alleanza Atlantica, Anders Fogh Rasmussen, le eventuali richieste di adesione di Svezia e Finlandia potrebbero essere accettate senza indugi.
Finlandia e Svezia potranno entrare a far parte della Nato il giorno dopo la presentazione della domanda; le relative discussioni potrebbero iniziare nei Paesi scandinavi in caso le tensioni nel conflitto in Ucraina aumentassero, ha affermato l'ex segretario generale dell'Alleanza Atlantica, Anders Fogh Rasmussen.

"Se Finlandia e Svezia faranno domanda di adesione, possiamo prendere una decisione all'istante. Si può diventare membro il giorno successivo, purché si soddisfino tutti i criteri di adesione necessari", ha detto l'ex segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, al canale finlandese Yle.

Secondo lui, nel corso dei negoziati con i rappresentanti della Nato in Europa, la Russia ha chiesto "di porre il veto all'espansione".
"Le porte della Nato rimarranno aperte e non vogliamo che Vladimir Putin faccia il portiere... Penso che un attacco russo susciterà discussioni in Finlandia e Svezia sull'ingresso nella Nato... quindi il costo dell'attacco all'Ucraina sarà estremamente alto per Putin", ha sottolineato.
Allo stesso tempo, Rassmussen ha affermato di non credere che la Russia possa attaccare l'Ucraina.
Il ministro degli Esteri finlandese, Pekka Haavisto, ha dichiarato venerdì che il Paese non ha ancora intenzione di aderire alla Nato.
Il ministero degli Esteri russo aveva precedentemente notato che le dichiarazioni dell'Occidente sull'"aggressione russa" e sull'opportunità di aiutare Kiev a difendersi sono sia ridicole che pericolose.
Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg - Sputnik Italia, 1920, 09.01.2022
Per Stoltenberg esiste possibilità per soluzione politica su Ucraina
Kiev ed i paesi occidentali hanno recentemente espresso preoccupazione per la presunta intensificazione delle "azioni aggressive" da parte della Russia vicino ai confini dell'Ucraina. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato, nel merito, che la Russia sposta le proprie truppe all'interno del suo territorio ed a sua discrezione. Secondo il portavoce di Putin, questo fatto non minaccia nessuno e non dovrebbe preoccupare nessuno.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала