Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Berlusconi al Colle, Azzolina: "Da brividi la sua foto nelle scuole e nei tribunali"

© Foto : MIURLa ex ministro Azzolina, promotrice dei banchi a rotelle
La ex ministro Azzolina, promotrice dei banchi a rotelle - Sputnik Italia, 1920, 15.01.2022
Seguici su
L'ex ministro dell'Istruzione, in un post di Facebook, definisce la destra italiana "non credibile" e "profondamente irresponsabile", per l'indicazione proposta dopo il vertice di Villa Grande.
Per Lucia Azzolina, l'ipotesi di avere Silvio Berlusconi come prossimo Presidente della Repubblica è uno scenario "da brividi". L'ex ministro dell'Istruzione del governo giallorosso non trattiene l'indignazione per la proposta di candidatura del Cavaliere al Colle, arrivata ieri a conclusione del vertice dei leader di centrodestra.

"Scusate ma non ce la faccio, - si sfoga la Azzolina in un post di Facebook - non riesco proprio a immaginare gli uffici pubblici di questo Paese con la foto di Silvio Berlusconi. Affissa nelle scuole, nei tribunali! No, non è il Presidente della Repubblica che l’Italia merita. Mi vengono i brividi all'idea".

Poi lancia una frecciata alla leader di Fratelli d'Italia: "È questo l'atteso 'patriota' di cui parlava Giorgia Meloni quando immaginava il loro candidato? La verità - prosegue - è che la destra italiana continua a dimostrarsi non credibile e, nel momento storico che stiamo vivendo, anche profondamente irresponsabile", conclude.
Il centrodestra ha ufficializzato ieri la proposta di candidatura di Silvio Berlusconi alla Presidenza della Repubblica, al termine del vertice di Villa Grande. Per i leader dei partiti della coalizione l'ex premier è "la figura adatta" per "autorevolezza" ed "esperienza" per il Colle. Per formalizzare la candidatura si attende il sì di Berlusconi, che dovrà decidere se sciogliere la riserva.
Il centrosinistra si oppone in maniera compatta alla candidatura del Cavaliere. Per Letta "è difficile pensare a un capo politico più divisivo di lui", mentre il M5S e Conte definiscono la proposta "irricevibile". Renzi definisce l'indicazione di Berlusconi per il Colle un "passo indietro del centrodestra" e manda un "messaggio a Salvini e Meloni: rischiano la sindrome Bersani".
Infine, ha dichiarato che Italia viva è pronta a votare un candidato proposto dal centrodestra che "fa l'interesse dell'Italia e degli italiani, se è autorevole, credibile e adatto", ma dovrà essere "un nome diverso da Berlusconi".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала