Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, l'Iss risponde alle Regioni: "Includere tutti i positivi nella sorveglianza"

© Foto : CRITampone Covid
Tampone Covid - Sputnik Italia, 1920, 14.01.2022
Seguici su
L'Iss è pronto a dire no alla proposta delle Regioni di non considerare gli asintomatici e le persone non affette da altre patologie nel computo dei positivi.
È importante che la sorveglianza contenga "tutti i positivi e non solo i casi con sintomatologia più indicativa di Covid-19".
Lo rende noto l'Iss in un comunicato, rispondendo così all'ipotesi delle Regioni di considerare soltanto i sintomatici nei calcoli relativi ai numeri dei nuovi positivi.

"La maggior parte delle infezioni, in particolare nei vaccinati, decorre in maniera asintomatica o con sintomi molto sfumati", si comunica dall'Iss.

Non calcolare coloro che non presentano sintomi significativi d'infezione "limiterebbe la capacità di identificare le variabili emergenti" e "non renderebbe possibile monitorare l'andamento della circolazione del virus".

Tre Regioni verso l'arancione

E intanto, con la riunione della cabina di regia previsa oggi, potrebbero essere altre tre le Regioni a passare dal giallo all'arancione a partire dal prossimo lunedì.
Si tratta di Calabria, che ha il tasso di occupazione delle terapie intensive al 20% e i reparti ordinari al 38%, il Piemonte, rispettivamente 23% e 33%, e la Sicilia, che ha le rianimazioni al 20% e i reparti Covid al 33%.

E con il passaggio in arancione aumenteranno anche le restrizioni, soprattutto per i no-vax, che non potranno uscire dal comune di residenza se non per lavoro, salute e urgenza.

Nelle prossime settimane, qualora non ci dovesse essere una netta inversione della tendenza, potrebbero essere altre 10 le Regioni che cambieranno colore: Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, provincia di Trento, Toscana e Veneto, che hanno sforato la soglia del 20% nelle terapie intensive, e Liguria, Umbria, Lombardia e Valle d'Aosta, tutte oltre il 30% dell'occupazione nei reparti Covid.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала