Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Caro bollette, subito 700 milioni di aiuti e si valuta aumento della produzione italiana di gas

© AP Photo / Bela SzandelszkyGas
Gas - Sputnik Italia, 1920, 14.01.2022
Seguici su
Il dossier sul tavolo del premier Draghi. Possibile un primo intervento da 700 milioni di euro e poi si studia il prelievo sugli extra profitti.
L’aumento dei prezzi dell’energia è al centro delle discussioni nel governo. Diversi partiti, tra cui Pd e Lega, hanno chiesto un intervento rapido, nonostante i 3,8 miliardi già stanziati in manovra di Bilancio, che andranno ad aiutare soprattutto famiglie e piccole aziende.

Adesso il punto è dare un sostegno anche alle industrie e il Pd chiede “un impegno rapido” per “i settori economici più colpiti, della manifattura energivora e delle pmi”.

Anche il Copasir è intervenuto sul tema e ha sollecitato un “piano per l’autonomia tecnologica e produttiva nel settore energetico” come questione di sicurezza nazionale.
Il dossier è sul tavolo del governo e sono diverse le misure da poter mettere a punto, per un intervento una tantum oppure per una strategia integrata: dall’aumento della produzione interna di gas metano al prelievo sugli extra profitti, fino a un sostegno immediato.

Le mosse dell’esecutivo

Il governo Draghi ha già in cantiere un primo intervento più leggero, circa 700 milioni di euro, per aiutare i settori colpiti dal caro energia.
La somma arriverebbe dai proventi delle aste per le quote di emissione di Co2.
La parte più ingente degli aiuti, però, arriverebbe dal prelievo di una parte degli extra profitti generati dalle società energetiche grazie ai rincari. Una strada lunga, per via dello studio dei costi-benefici e delle manovre legali collegate.

Aumentare la produzione italiana

A fine dicembre, il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, ha trasmesso al premier un documento con i possibili provvedimenti contro il caro bollette. Oltre alle misure già citate, i tecnici del ministero hanno ipotizzato anche la strategia di un aumento della produzione italiana di gas metano.
L’opzione prevederebbe di aumentare la capacità estrattiva interna per rispondere alla domanda senza nuove perforazioni.
In Italia si producono 4,5 miliardi i metri cubi di gas all’anno: l’incremento potrebbe portare il dato a otto miliardi in due anni circa.
Gasdotto  - Sputnik Italia, 1920, 14.01.2022
I depositi di gas UE sono già mezzi vuoti, un po' meglio l'Italia
Si potrebbe così sostituire parte del gas importato e metterlo sul mercato a prezzo scontato, con conseguenze positive sui prezzi finali per famiglie e imprese.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала