Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Belgio, le autorità espellono l'imam più noto del Paese

© Fotolia / Figurniy SergeyBruxelles, Belgio
Bruxelles, Belgio - Sputnik Italia, 1920, 14.01.2022
Seguici su
L'imam della moschea Al-Khalil, il suddito del Marocco Mohammed Tujgani, è stato privato del suo permesso di soggiorno in Belgio, riferisce il canale televisivo belga RTBF.

"(Tujgani) ha ricevuto un avviso sulla necessità di lasciare il territorio del Belgio e sul divieto d'ingresso per un periodo di dieci anni. Penso che sia importante garantire una vita in sicurezza, nonché minimizzare l'influenza straniera", ha dichiarato il segretario di stato per l'Immigrazione e l'Asilo, Sammy Mahdi.

Il funzionario ha osservato che si tratta del "sacerdote più importante nel Belgio".
Al momento, Tujgani si trova fuori dal Paese.
Allo stesso tempo, secondo i servizi di intelligence belgi, l'imam rappresenta una "minaccia per la sicurezza nazionale".
Secondo quanto riferito dai media, l'imam ha rilasciato dichiarazioni antisemite, riconosciute dalle autorità come estremiste, per le quali ha in seguito chiesto scusa.
L'imam della Moschea Al-Khalil, situata nel quartiere Molenbeek-Saint-Jean di Bruxelles, si trovava in Belgio dal 1982.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала