Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Quirinale, Conte: per il M5S la candidatura di Berlusconi è irricevibile

© Filippo AttiliGiuseppe Conte, sullo sfondo il portavoce Rocco Casalino
Giuseppe Conte, sullo sfondo il portavoce Rocco Casalino - Sputnik Italia, 1920, 13.01.2022
Seguici su
Ma il leader del Movimento non chiude al dialogo con il centrodestra perché nessun partito ha i voti per eleggere il nuovo presidente della Repubblica. Alla riunione congiunta tra i gruppi di Camera e Senato, però, nessun nome ma i paletti per individuare la figura di garanzia.
L’eventuale proposta di centrodestra sulla candidatura di “Berlusconi è irricevibile” per il Movimento 5 Stelle. La posizione è stata ribadita dal leader del M5S, Giuseppe Conte, all’Assemblea dei Cinque stelle in cui si è discusso di Quirinale.
“Chiederò al centrodestra di non schierare il fondatore stesso della coalizione nonché attuale leader di Forza Italia", ha aggiunto parlando ai gruppi parlamentari di Camera e Senato proprio mentre il leader della Lega Matteo Salvini ribadisce la sua fedeltà al Cavaliere.
"Se davvero le forze di centrodestra e i loro leader hanno a cuore l'interesse del Paese e la ricerca di una personalità che possa raccogliere la più ampia condivisione: allora accantoniamo candidature che nascono palesemente di parte e che certo non potranno raccogliere mai, e dico mai, i voti del Movimento 5 stelle”, ha detto categoricamente.
Ma questo non significa chiudere le porte al dialogo con il centrodestra, che anzi deve essere aperto, perché “in questa trattativa nessuno è autosufficiente” e nessuna forza politica può eleggere da sola il nuovo presidente della Repubblica.
Ma nello stesso tempo il M5S dimostrerà “coi fatti che l'unico sicuro ‘ago della bilancia’ in questa partita sarà proprio il Movimento 5 Stelle, il gruppo di maggioranza relativa in questo Parlamento. Abbiamo l'onore ma anche l'onere di rappresentare 11 milioni italiani”, ha detto Conte.

Nessun nome ma un metodo e dei paletti

Nel corso della riunione, Conte ha deciso che è prematuro parlare di nomi per la successione a Sergio Mattarella, ma è fondamentale individuare un metodo e stabilire dei paletti.
“Per il Quirinale occorre individuare una personalità di alto profilo morale, che eserciti il proprio mandato con disciplina e onore, una persona che ci renda orgogliosi di essere italiani”.
Secondo Conte, il M5S in questo passaggio istituzionale deve esprimere la “forza politica” e il coraggio portando avanti le battaglie “anche quando tutti ci ostacolano o ci danno addosso: sia la forza sia il coraggio dipendono dal fatto che operiamo ispirandoci a un'unica missione: il bene comune dei cittadini”.
Tra i punti fermi per il Movimento 5 Stelle, c’è quello di “adoperarsi per garantire la continuità dell'azione dell'esecutivo”.
E appena ci sarà “una prospettiva di soluzione più concreta sul tavolo chiederò una congiunta
per informarvi tutti direttamente”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала