Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Iran e Venezuela privati del diritto di voto all'Assemblea Generale ONU per troppi debiti

© AP Photo / Bebeto MatthewsIl Consiglio di Sicurezza dell'ONU
Il Consiglio di Sicurezza dell'ONU  - Sputnik Italia, 1920, 12.01.2022
Seguici su
Iran e Venezuela hanno perso il diritto di voto nell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite a causa dell'accumulo di debiti nei confronti dell'organizzazione.
Una nota del segretario generale dell'ONU comunica che "al momento sono in arretrato 11 Stati membri delle Nazioni Unite".
L'articolo 19 dello Statuto delle Nazioni Unite prevede che "un Membro delle Nazioni Unite che sia in arretrato nel pagamento dei suoi contributi finanziari all’Organizzazione non ha voto nell’Assemblea Generale se l’ammontare dei suoi arretrati eguagli o superi l’ammontare dei contributi da lui dovuti per i due anni interi precedenti".
Tra gli 11 paesi che hanno debiti ci sono Iran, Vanuatu, Venezuela, Antigua e Barbuda, Comore, Congo, Guinea, Papua Nuova Guinea, São Tomé e Príncipe, Somalia, Sudan.
Tuttavia, secondo le norme dell'ONU, l'Assemblea Generale può permettere di votare a tale paese se "riconosca che la mancanza del pagamento è dovuta a circostanze indipendenti dalla sua volontà". In tal modo, Comore, São Tomé e Príncipe e la Somalia rimangono autorizzati a votare prima della fine dell'attuale sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, aggiunge il documento.
Per ripristinare il diritto di voto, l'Iran deve saldare un debito totale pari a 18,4 milioni di dollari, il Venezuela invece di 39,8 milioni di dollari.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала