Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Firenze, "Sponsored by American Express proiettato" sul Ponte Vecchio: esplode la polemica

© Sputnik . Leonardo TolonesePonte Vecchio, Firenze
Ponte Vecchio, Firenze - Sputnik Italia, 1920, 12.01.2022
Seguici su
Ad innescarla lo stesso sindaco Nardella che promette di vietare dal prossimo anno le proiezioni degli sponsor sui monumenti. Soddisfatta l'opposizione: "Bene che si torni indietro su questa decisione".
Il logo di American Express ha fatto da luminaria natalizia al Ponte Vecchio e alla facciata dell'Istituto degli Innocenti a Firenze. La scritta viola "Sponsored by American Express" è stata proiettata proprio sotto le finestre del corridoio Vasariano e sui portici disegnati dal Brunelleschi dello Spedale in occasione del festival F-Light 2021, promosso da Palazzo Vecchio e organizzato da Muse.
Il Comune rassicura che non si tratta di pubblicità, ma l'opposizione fa scoppiare il caso e, dopo l'intervento della Soprintendenza per precisare che le responsabilità sono tutte politiche, arriva la marcia indietro del Sindaco.
"Ritengo che le immagini degli sponsor non siano appropriate a quei luoghi. Dall’anno prossimo realizzeremo un progetto di illuminazione dei monumenti nuovo e vieterò la presenza degli sponsor nelle proiezioni sui monumenti", ha affermato il primo cittadino Dario Nardella, aggiungendo che verranno trovate "altre forme di riconoscimento per i sostenitori del progetto".
Nardella ha poi rivendicato la linea sull'uso dei messaggi pubblicitari nelle piazze del centro, ricordando che la sua amministrazione è stata la prima a vietare la pubblicità sui cantieri sui principali monumenti di Firenze.
"Mai più sponsorizzazioni sulle facciate dei monumenti", promette.
Soddisfatti i due consiglieri di Sinistra Progetto Comune che hanno portato la vicenda sotto i riflettori.
"Bene che si torni indietro su questa decisione", commenta sui social il consigliere Dmitrij Palagi. "Grave - prosegue - sia servita l'indignazione della cittadinanza e l'azione di un gruppo di opposizione per evitare questo scempio. Ma intanto pare che una vittoria sia stata ottenuta".
La sovrintendenza, intanto, ha convocato una conferenza stampa per valutare la possibilità di una denuncia per "utilizzo non autorizzato del monumento".
"La manifestazione – ha specificato il sovrintendente Andrea Pessina – doveva avere esclusivamente finalità culturali, non abbiamo assolutamente autorizzato il fatto che sulle facciate venissero proiettati i loghi degli sponsor. Lo spazio da dedicare allo sponsor può essere un altro e diverso da questo, se ci fosse stato chiesto avremmo detto di no".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала