Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Viaggia fino in Africa per incontrare l'amata conosciuta in chat: rapito all'aeroporto

© Foto : PixabayWhatsApp
WhatsApp - Sputnik Italia, 1920, 11.01.2022
Seguici su
Un imprenditore veneto è finito nelle mani di una banda criminale in Costa d'Avorio. Liberato dopo pochi giorni con un blitz delle forze di polizia locali. Sul sequestro indaga la procura di Roma.
Un imprenditore venero si era recato a novembre in Costa d'Avorio per conoscere personalmente una donna conosciuta in chat, di cui si era innamorato. Ma all'arrivo all'aeroporto Abidjan, il suo sogno d'amore si è trasformato in un incubo: è stato sequestrato da una banda criminale. Di lui si sono perse le tracce per alcuni giorni.
Il protagonista della vicenda, riportata dal Il Messaggero, è Claudio Formenton, di 64 anni. L'uomo era andato ufficialmente in Africa per una missione umanitaria, ma in realtà era partito per conoscere Olivia Martens, la ragazza che lo aveva adescato sui social.
I due avevano intrapreso una relazione amorosa, che si era consolidata nel tempo, nonostante non si fossero mai visti di presenza. Ad ottobre erano arrivate le prime richieste di aiuti economici dalla donna, per risolvere dei presunti guai giudiziari.
La famiglia lo aveva convinto a desistere, ma l'imprenditore ha deciso di partire per la Costa d'Avorio. Ai suoi cari racconta di partecipare ad un progetto di solidarietà, ma in realtà vola in Africa per incontrare la donna vista soltanto in foto.
Formenton, infatti, secondo quanto riporta Il Messaggero, non avrebbe mai visto personalmente la Martens e questo punto getterebbe un'ombra di mistero sulla sua effettiva esistenza.
Quello che succede all'arrivo del 64enne all'aeroporto dell'ex capitale ivoriana resta ancora confuso e da ricostruire. L'uomo sarebbe stato prelevato da un taxi diretto nella foresta. Da questo momento di lui si perdono le tracce per alcuni giorni.
I familiari e gli amici, resosi conto che Formenton era caduto in una truffa, avvisano le forze dell'ordine italiane. Nel Paese africano scatta il blitz della polizia locale, che libera Formenton, detenuto in una stanza d'albergo a Bonoua, cittadina dell'entroterra ad est della popolosa Abidjan.
Sul sequestro stanno indagando i pm di Roma e i carabinieri dei Ros.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала