Spagna, un tasso scopre delle antiche monete romane in una grotta

Tasso
Tasso - Sputnik Italia, 1920, 11.01.2022
Seguici suTelegram
I ricercatori ritengono che un tasso affamato, andando in cerca di cibo, abbia ritrovato il più grande scrigno di antiche monete scoperto in Asturia.
Un tesoro costituito da 209 monete romane è stato rinvenuto in una grotta delle Asturie, in Spagna. I ricercatori ritengono che l'autore della scoperta sia un tasso in cerca di cibo. Lo riferisce il quotidiano spagnolo El Pais.
Il ritrovamento è avvenuto nel comune di Grado, nei pressi di una tana di tassi, alcuni mesi dopo le fitte nevicate provocate dalla tempesta Filomena. Potrebbe essere stato un tasso affamato, alla disperata ricerca di bacche o vermi, a pungolare il terreno fino a portare alla luce l'eccezionale reperto.
Le monete sono databili tra il III e il V secolo d.C. e si ritiene siano state forgiate tra Costantinopoli e Salonicco, ha detto a El Pais l'archeologo Alfonso Fanjul Peraza.
La maggior parte delle monete sono fatte di rame e bronzo e si ritiene che la più grande, del peso di più di otto grammi e contenente il 4% di argento, sia stata forgiata a Londra.
Ad oggi, è il più grande scrigno di monete romane trovato in una grotta nel nord della Spagna, secondo quanto affermato dai ricercatori. In precedenza, erano state scoperte 14 monete romane risalenti al periodo di Costantino.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала