Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Così fan tutte: studio scientifico sul clitoride rivela vita, sesso, segreti e piaceri dei delfini

© Foto : PixabayDelfini
Delfini - Sputnik Italia, 1920, 11.01.2022
Seguici su
Ai biologi marini non erano passate inosservate certe particolari abitudini sessuali dei delfini, in particolar modo delle femmine di tale specie. Una recente ricerca scientifica si è voluta concentrare sullo studio del clitoride di questi cetacei e ha scoperto il motivo per cui questi animali sono così sessualmente attivi.
Tutti sanno che il tursiope, meglio noto come delfino, è un animale particolarmente intelligente. Ma non tutti ne conoscono le abitudini più ‘intime’, che questi cetacei raramente mostrano in pubblico nei delfinari.
I biologi marini, che sono maggiormente in confidenza con questa specie, sono al contrario da sempre al corrente di certe abitudini ‘private’.
I delfini, infatti, non solo sono una di quelle poche specie al mondo che fanno sesso tutto l’anno, anche ben al di là del ciclo dell’ovulazione, ma sono stati visti partecipare a vere e proprie orge, scambi di coppia, giochi sessuali tra sole femmine, nonché addirittura masturbarsi e utilizzare ‘giocattoli sessuali’, strofinandosi sul fondo del mare o trastullandosi con pesci morti.
Per capire bene come mai questi animali siano così attivi e se le loro abitudini siano semplici giochi visti con malizia dagli occhi umani, oppure se effettivamente si tratti di vera e propria voluttà sessuale, un team di scienziati è andato ad indagare più da vicino, a partire dai corpi rinvenuti privi di vita, per cause naturali, di 11 esemplari femminili.
Di particolare interesse è risultato lo studio del clitoride di questa specie, cui è stato specificatamente dedicato un intero articolo scientifico, apparso sulla rivista specializzata Current Biology.
"Il clitoride del delfino ha molte caratteristiche che suggeriscono che funzioni per fornire piacere alle femmine", ha affermato la biologa Patricia Brennan, del Mount Holyoke College, nel Massachusetts, prima autrice dello studio.
A quanto pare, affermano i ricercatori, il clitoride della femmina di delfino sarebbe ancora più sensibile e funzionale di quello della donna. Oltre ad essere più grande, è anche più esposto e più vicino all’ingresso della vagina. Inoltre, l'intero organo ha una curva a forma di S, il che suggerisce che può sporgere ancora di più quando eretto e durante la copulazione sarebbe impossibile evitare la frizione e la stimolazione con il pene del maschio.
"Sapevamo che i delfini facevano sesso non solo per riprodursi, ma anche per consolidare i legami sociali, quindi sembrava probabile che il clitoride potesse essere funzionale al piacere", ha confermato la dottoressa Brennan.
La scansione dei clitoridi degli esemplari deceduti ha rivelato che questi organi possiedono una straordinaria abbondanza di tessuto erettile, con vasi sanguigni che tracciano da vicino la grande concentrazione di terminazioni nervose, come nell’essere umano, indice che tutto ciò non possa che essere legato al piacere fisico.
"Dato che l'intero bacino dei delfini è così diverso da quello degli umani, è stato sorprendente vedere quanto invece fossero simili a noi le strutture di questo organo", ha affermato la Brennan, che si augura di poter approfondire la ricerca, per svelare ulteriori segreti di questi straordinari animali.
Recupero del delfino spiaggiato, specie grampo (Grampus griseus) - Sputnik Italia, 1920, 10.03.2021
Raro delfino trovato spiaggiato alla Giannella dell’Argentario, era in difficoltà da giorni - Foto
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала