Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Commercio, boom delle vendite a novembre: 12,5% in più rispetto al 2020

© Sputnik . Evgeny UtkinLe persone in un mercato
Le persone in un mercato - Sputnik Italia, 1920, 11.01.2022
Seguici su
Nonostante un lieve calo congiunturale, rispetto al mese precedente, a novembre 2021 l'Istat stima una sostenuta crescita tendenziale delle vendite al dettaglio, trainata dai beni non alimentari.
A novembre 2021 le vendite al dettaglio segnano un calo congiunturale, mentre, in termini tendenziali, è stimata una crescita sostenuta del 12,5% in valore e 11,7% in volume. È quanto emerge dalle stime dell'Istat sul Commercio al Dettaglio diffuse oggi.

Variazioni congiunturali

Rispetto al mese di ottobre, le vendite al dettaglio sono diminuite del -0,4% in valore e -0,6% in volume. Il calo è determinato prevalentemente dalla contrazione delle vendite dei beni alimentari, che nel mese di novembre hanno perso lo -0,9% in valore e -1,2% in volume. Quelle di beni non alimentari, invece, risultano pressoché stazionarie (0,0% in valore e -0,1% in volume).

Variazioni tendenziali

Il boom è trainato dalle vendite per beni non alimentari, che crescono del 22,6% in valore e +21,9% in volume. Più contenuta la crescita delle vendite di beni alimentari, che registrano un contenuto aumento in valore (+0,5%) e diminuiscono in volume (-0,9%).
Tra i beni non alimentari, gli aumenti riguardano prevalentemente calzature, articoli in cuoio e da viaggio (+57,8%) e abbigliamento e pellicceria (+51,8%). In controtendenza, invece Dotazioni per l’informatica, comunicazione, telefonia, che perdeno -0,9%.
Sempre in termini tendenziali, il valore delle vendite al dettaglio cresce su tutti i canali distributivi: la grande distribuzione (+9,5%), le imprese operanti su piccole superfici (+16,5%), le vendite al di fuori dei negozi (+15,9%) e il commercio elettronico (+6,6%).
Nella considerazione delle stime, si deve tener conto del confronto con il 2020, quando molte attività erano bloccate o limitate dal lockdown dovuto alla pandemia di coronavirus.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала