Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Colle, Tajani: "Non accettiamo veti su Berlusconi"

© AP Photo / Alessandra TarantinoБывший премьер-министр Италии Сильвио Берлускони машет репортерам в Риме
Бывший премьер-министр Италии Сильвио Берлускони машет репортерам в Риме  - Sputnik Italia, 1920, 11.01.2022
Seguici su
La candidatura è reale e non di bandiera, il leader azzurro ha i numeri per il Quirinale, per il vicepresidente di FI, che vede nel gruppo misto "il punto chiave per quest'elezione". Le riserve saranno sciolte al prossimo vertice del centrodestra.
Silvio Berlusconi sta bene e la sua candidatura al Colle per il centrodestra sarà reale e non di bandiera. Lo ha affermato il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani, in un'intervista al Corriere della Sera.

"Noi gli chiediamo di candidarsi. Io mi auguro che lui sciolga positivamente la riserva al prossimo vertice del centrodestra", ha dichiarato. "Chiediamo agli altri partiti di non porre veti", ha aggiunto.

Tajani ha poi ricordato che Berlusconi è "uno dei padri fondatori del governo Draghi" e la sua elezione al Quirinale "sarebbe la conclusione di un percorso di concordia nazionale: nello spirito del discorso di Onna".
I numeri "ci saranno", secondo il vicepresidente azzurro, perché "nessuno ha una base di partenza ampia come la sua". La strategia è quella di costruire un consenso ampio, puntando al gruppo misto e ad Italia viva.
"Intanto il centrodestra unito può essere attrattivo per la grande forza che è il punto chiave di questa elezione: il gruppo misto. Dove decine di parlamentari devono scegliere autonomamente e liberamente. Più passa il tempo e più la candidatura sarà convincente: dialogheremo con Renzi e con tutti per un consenso largo", ha spiegato Tajani.
Lo scenario politico all'orizzonte potrebbe essere quello di un Paese con Berlusconi al Quirinale e Draghi a Palazzo Chigi, l'unico "in grado di preservare la maggioranza" nell'interesse nazionale.
"L’Italia - ha aggiunto - ha bisogno di stabilità, ha bisogno di un governo saldo e di una forte personalità alla guida". "Il piano B - conclude - prevede ancora un cognome con la B. Cioè Berlusconi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала