Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

No-vax, il post choc sui social per contagiarsi: "Cerco positivo per invito a cena"

© Depositphotos / CarballoИконки Facebook, Twitter, Instagram, WhatsApp на экране смартфона
Иконки Facebook, Twitter, Instagram, WhatsApp на экране смартфона - Sputnik Italia, 1920, 10.01.2022
Seguici su
L'autrice è una donna di Lamon, in provincia di Belluno. Nella stessa zona la scorsa settimana sono morti due giovani stroncati dal Covid.
“Cercasi positivi per invito a cena. Anche a pagamento. Scrivetemi in privato”. È il post pubblicato sui social da una donna di Lamon, in provincia di Belluno.
Dai Corona-Party alle cene per contagiarsi, l’obiettivo è prendere il Covid per ottenere il super green pass senza doversi vaccinare. Peccato che poi, più di uno, come nel caso del Trentino, sia finito in terapia intensiva.
Un’eventualità che sembra non preoccupare affatto l’autrice dell’annuncio. Che ci tiene anche a chiarire che non si tratta di un gioco. “Stai scherzando, vero?”, le scrive un utente. Lei risponde di no, anche se poi, come si legge sul Messaggero, una volta scoppiato il caso la donna avrebbe definito il tutto una “provocazione”.
Non sappiamo se si sia trattato di una provocazione o meno. Sta di fatto che se qualcuno avesse davvero risposto al suo appello sarebbe stato passibile del reato di epidemia colposa.
Intanto, secondo le voci che si rincorrono nel Paese di duemila e seicento anime in provincia di Belluno, dopo la pubblicazione del post sarebbero state avvertite anche le forze dell’ordine.
Tampone Covid - Sputnik Italia, 1920, 22.11.2021
"Covid party" per ottenere il green pass. E l'Alto Adige ora rischia la zona gialla
“Al momento il bollettino fornito quotidianamente dall’Ulss1 Dolomiti parla di 16 casi ma so che sono molti di più”, ha spiegato la sindaca Ornella Noventa al Messaggero.
Sabato, è andata avanti la prima cittadina, “la nota ufficiale segnalava il nome di una persona che io sapevo essere positiva già da cinque giorni”. Il contagio, insomma, sembra correre più veloce dei bollettini delle autorità sanitarie.
E come se non bastasse nei giorni scorsi la comunità del Bellunese ha pianto due giovani vite stroncate dal Covid: Davide Bianchi di 33 anni, morto all’ospedale di Feltre, e Ilenia Turrin, 39 anni, di Pren, frazione dello stesso comune, portata via dal virus nel giro di una settimana.
Insomma, che fosse serio o soltanto una butade, il post è apparso assolutamente fuori luogo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала