Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gli esperti del Fmi avvertono: "Così Omicron può minacciare la ripresa"

© AFP 2021 / Mandel NganLa sede dell'Fmi a Washington
La sede dell'Fmi a Washington - Sputnik Italia, 1920, 10.01.2022
Seguici su
Secondo un'analisi del Fondo Monetario Internazionale le economie emergenti si troveranno a far fronte a nuovi “episodi di turbolenza economica” per effetto della variante Omicron.
La variante Omicron mette a rischio la crescita globale. A dirlo sono Stephan Danninger, Kenneth Kang e Hélène Poirson, analisti del Fondo Monetario Internazionale, in un post pubblicato sul blog dell’istituzione finanziaria.
In attesa della pubblicazione delle prossime stime aggiornate, prevista per il prossimo 25 gennaio, gli economisti prevedono “episodi di turbolenza economica” ai quali potrebbero trovarsi a far fronte in particolar modo le economie emergenti.
“La nuova variante Omicron ha sollevato ulteriori preoccupazioni sulle pressioni sull’inflazione dal lato dell'offerta”, si legge nell’intervento degli analisti. E proprio l’inflazione per la Federal Reserve sarebbe stato un “fattore chiave” nella decisione del mese scorso di “accelerare il rallentamento degli acquisti di asset”.
“Questi cambiamenti – scrivono gli economisti – hanno portato le previsioni per i mercati emergenti ad essere sempre più incerte. Questi Paese stanno affrontando anche elevati livelli di inflazione e una crescita sostanziale del debito pubblico”.
Il rischio è che un conseguente aumento repentino dei tassi della Fed potrebbe "scuotere i mercati finanziari e stringere le condizioni finanziarie a livello globale", rallentando la domanda e il commercio Usa, avendo come effetto una fuga dei capitali e il deprezzamento della valuta nei mercati emergenti.
Vladimir Putin - Sputnik Italia, 1920, 30.11.2021
Putin: in dubbio la ripresa economica globale per la variante Omicron
Qualcuno, si legge ancora nell’intervento, “ha già iniziato ad applicare correttivi alla politica monetaria” e a preparare un “supporto fiscale per affrontare la crescita del debito e dell’inflazione”.
Le risposte, secondo gli analisti, dovrebbero includere un accompagnamento al deprezzamento valutario e un rialzo dei tassi di interesse benchmark.
Gli interventi di politica economica dovrebbero essere messi in campo ora per ridurre al minimo la vulnerabilità dei sistemi.
A minacciare la crescita globale, quindi, ancora una volta, e il virus. In questo caso la variante Omicron, che con la sua diffusione a macchia d’olio potrebbe portare all’introduzione di nuove limitazioni e frenare la ripresa.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала