Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Escamotage Green pass: con un falso test positivo e un farmacista compiacente, ecco il certificato

© Sputnik . Anton DenisovIl visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo
Il visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo - Sputnik Italia, 1920, 10.01.2022
Seguici su
Con un test registrato falsamente come positivo il gioco era fatto: bastava aspettare per ricevere il certificato verde in quanto "guariti" dal Covid-19. La truffa svelata da Ciciliano, componente del Comitato Tecnico-Scientifico.
Lo riporta Fabio Ciciliano, membro del Cts, il quale spiega il semplice meccanismo alla base della truffa, ricordando che proprio di truffa, al sistema sanitario nazionale, si parla, perquisibile penalmente.
Proprio nella giornata in cui si dà il via a tutti gli effetti al Super Green pass, svelata l'ultima trovata dei No vax e o No green pass per avere il certificato. Senza far nulla.
Da oggi servirà infatti il super Green pass, non più il semplice Green pass, quello per inciso ottenibile con test Pcr, per poter utilizzare treni, bus, metropolitane ed altri mezzi di trasporto, ma anche per fare un soggiorno in un albergo, utilizzare gli impianti sciistici, partecipare ad eventi, fiere, sagre, mangiare al ristorante, senza più distinzione se all'aperto o al chiuso.
Oggi è anche la giornata del rientro a scuola, per milioni di studenti, nonostante le polemiche dei giorni scorsi, e il fatto che la questione in alcune regioni sia ancora aperta, con rinvii e polemiche, e annunci di impugnazione di ordinanze da parte del governo, vedasi ordinanza De Luca che blocca l'apertura dei comprensori scolastici fino al 29 gennaio.
Studenti con mascherine - Sputnik Italia, 1920, 09.01.2022
Scuola, dopo De Luca cresce il fronte che chiede il posticipo delle riaperture e il ricorso alla Dad
Sulla scuola, a chi gli chiede se sia il caso di riaprire o se non sia meglio aspettare, Ciciliano risponde così, come riportato dal Corriere della Sera:

"Meglio riaprirla subito per non rischiare che resti chiusa fino a febbraio (...)la scuola rappresenta uno dei più elevati valori sociali della nostra vita".

Per truffare il sistema dei pass pare che qualcuno abbia individuato una "falla" nel sistema, sfruttandola a proprio vantaggio: bastava un farmacista compiacente che registrasse un test come positivo, fosse esso tale o no. Dopodiché bastava aspettare qualche giorno, ripresentarsi in farmacia, effettuare un nuovo test, e a risultato negativo, essere registrati come "guariti dal Covid-19": ecco fatto.
Come sottolinea Ciciliano però, oltre al fatto che l'escamotage sia contro la legge, il sistema escogitato metterebbe a serio rischio il tracciamento dei casi, con l'ulteriore pericolo, data la non più veridicità dei tracciamenti, per i cittadini stessi, in un caos generale tra falsi positivi, negativizzati capaci di infettarsi, ed infettare a sua volta altri, nonché notevoli disparità si avrebbero, poi, sul piano statistico.
Conclude così sulla vicenda Ciciliano, come riportato ancora dal Corriere:

"La semplificazione dell’impianto normativo sulla diagnostica dei casi positivi, se da un lato facilita la gestione complessiva degli isolamenti (basta la positività al semplice tampone antigenico) dall’altro può aprire a potenziali criticità dovute al tentativo di corruzione – già registrate in alcune città – di no-vax su farmacisti compiacenti (...) eludendo uno dei più importanti sistemi di vigilanza sull’epidemia. Comportamenti rischiosi per la popolazione, disonesti e sanzionabili penalmente con gravi ripercussioni sui farmacisti compiacenti e su chi richiede prestazioni irregolari".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала