Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Governo australiano smentisce arresto di Djokovic dopo vittoria in appello per visto

Novak Djokovic - Sputnik Italia, 1920, 10.01.2022
Seguici su
Al tennista numero uno al mondo Novak Djokovic era stato negato l'ingresso in Australia dopo essere atterrato a Melbourne la scorsa settimana per giocare agli Australian Open. Motivo: problemi con il visto.
Il ministro degli Interni australiano Karen Andrews ha confermato che Novak Djokovic non è stato arrestato.
In precedenza è stato riferito che Djokovic è stato nuovamente arrestato a Melbourne, in Australia, non molto tempo dopo essere stato rilasciato dalla sua detenzione, secondo quanto riferiscono i media locali.
All'inizio della giornata, un tribunale distrettuale federale di Melbourne aveva annullato la decisione del governo australiano di revocare il visto del tennista Novak Djokovic.

"Un professore e medico qualificato ha fornito al richiedente un'esenzione medica, la cui base è stata data da un gruppo di esperti indipendenti istituito dal governo statale (...) quel documento era nelle mani del delegato. Il punto su cui sono un po' agitato è su cos'altro avrebbe potuto fare quest'uomo?" Il giudice Anthony Kelly, citato dal Daily Mail.

Tuttavia, gli avvocati del governo federale avevano detto alla corte che il ministro dell'immigrazione del Paese si stava riservando il diritto di esercitare il suo potere personale per annullare ancora una volta il visto di Djokovic.
Djokovic, è arrivato in Australia la scorsa settimana per partecipare agli Australian Open, che inizieranno il 17 gennaio a Melbourne. Tuttavia, non è riuscito a superare il controllo passaporti a causa della mancanza di un visto appropriato, adatto a coloro che hanno un'esenzione medica dalla vaccinazione contro il Covid-19. Djokovic è stato mandato in un centro di detenzione per immigrati in un hotel di Melbourne, in attesa dell'espulsione.
Novak Djokovic - Sputnik Italia, 1920, 09.01.2022
Australia: per Djokovic non era garantito l'ingresso nel Paese, dicono i legali del governo
Il noto tennista, ha affermato di non aver bisogno della prova della vaccinazione perché aveva le prove di aver contratto il coronavirus il mese scorso. Le autorità mediche australiane stabiliscono difatti che esenzione temporanea alla vaccinazione può essere concessa a coloro che sono stati infettati dal virus in una finestra temporale di sei mesi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала