Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Torino, green pass: nasce il Cnl, Comitato di Liberazione Nazionale

© Sputnik . Fabio CarbonePanorama su Torino
Panorama su Torino - Sputnik Italia, 1920, 09.01.2022
Seguici su
L'annuncio dato in piazza Castello da Ugo Mattei, giurista a capo della protesta. il Cnl vuole emulare, ha spiegato lo stesso, "i movimenti e i partiti che diressero e coordinarono la Resistenza contro gli occupanti tedeschi nell'ultima fase della seconda guerra mondiale".
A sostenere l'iniziativa anche la parlamentare Jessica Costanzo, ex M5s, ora con Alternativa: nasce a Torino il (nuovo) Cnl, Comitato di Liberazione Nazionale.
Il fondatore Mattei fa un chiaro riferimento ai temi dell'antifascismo, citando, tra gli altri, i 12 professori che in epoca di regime si rifiutarono di firmare il manifesto degli intellettuali fascisti, come riportato da Il Giornale:

"Probabilmente non rivedrò mai più i miei studenti perché non ho intenzione di giurare al draghismo. Quindi sarò sospeso dall'insegnamento. Farò quello che fecero i 12 professori che nel 1931 rifiutarono il giuramento imposto dal regime. Sono maestri che non piegarono la schiena. A loro dedico la rinascita del comitato di liberazione nazionale".

Mattei, illustre giurista, insegnante ed ex-candidato sindaco di Torino, è stato in passato, tra le altre cose, promotore della Commissione Dupre (Dubbi e Precauzione), commissione alla quale hanno aderito anche Massimo Cacciari e Carlo Freccero, il giornalista ex-direttore di Rai2, annunciato alla manifestazione di ieri, ma non pervenuto; vanta numerosi studi in campo internazionale e partecipazioni a numerose e prestigiose università straniere.
Poi paragona ancora una volta la situazione attuale al periodo fascista, come riporta il Corriere:
"In troppi hanno detto che non è possibile comparare questi due momenti storici. Rivendico invece la possibilità di fare questo paragone in maniera pacata. Saluto le forze dell’ordine che hanno giurato fedeltà alla Costituzione. Noi non saremo un esercito di sanculotti, ma rivendicheremo la disobbedienza civile alle leggi ingiuste".
Inveisce dal palco contro i mass media, additandoli come "diffamatori", e su Draghi esprime un parere ancora una volta intriso della retorica antifascista, come riportato sempre dal Corriere:
"Oggi la devastazione del nostro sistema pubblico ha portato al potere degli incapaci. E per questo che Draghi è osannato come un titano. Ma Draghi è un banchiere e ha partecipato alla gestione del neoliberismo. E in quanto neoliberista è un nemico della costituzione e del nostro movimento. Non vogliamo aspettare le leggi “draghistissime” dobbiamo muoverci ora. È il programma ambizioso, ma possiamo farcela e abbiamo i numeri per farlo".
Sostegno al movimento giunge anche dalla lontana Trieste, da parte dell'ex-leader dei portuali di Trieste Stefano Puzzer, che con una telefonata fa sapere di aver mancato l'appuntamento per una brutta influenza.
Riferimenti e partecipazioni al neocostituito ennesimo movimento dell'universo no-vax italiano giungono anche dalla protesta no-tav; in piazza, tra gli altri, Luca Abba, esponente di quest'ultimo movimento, il quale difatti si presenta alla kermesse con una bandiera simile a quella vista tante volte a rappresentare chi si oppone alla linea dell'alta velocità Torino-Lione.
NoTav - Sputnik Italia, 1920, 05.12.2021
Val di Susa, no Tav lanciano bombe carta vicino a cantiere dell'alta velocità
Il giurista ha infiammato la folla con un discorso dai toni accesi sul green pass, definito come "uno strumento di una violenza inaudita e dalle conseguenze devastanti per le piccole imprese che devono essere schiacciate per favorire Amazon e le multinazionali. Ci vogliono far litigare sul vaccino e sul green pass, ma noi ci uniremo in un grande processo di resistenza per recuperare i valori della costituzione.", come riportato ancora dal Corriere.
Alla manifestazione è stata infine annunciata un'altra iniziativa, prevista per il 15 gennaio, a Roma, di fronte al parlamento, mentre è in agenda, per sabato prossimo a Milano, un ulteriore protesta di piazza, con focus sui "dissidenti delle forze dell'ordine".
Polizia alla manifestazione No Green Pass a Milano - Sputnik Italia, 1920, 07.01.2022
La minaccia dei No vax: “il 15 gennaio marceremo su Roma”
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала