Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Obbligo vaccinale, ecco chi seguirà l'Italia nei prossimi mesi

Vaccino Moderna - Sputnik Italia, 1920, 09.01.2022
Seguici su
Dopo Italia, Austria e Grecia, Repubblica Ceca e Germania si preparano ad intraprendere la strada dell'obbligo per determinate fasce di popolazione. Per ora la misura non è contemplata in Francia e Spagna, ma Parigi punta ad inasprire le restrizioni per i no-vax.
La scorsa settimana, il governo italiano ha deciso di seguire la strada battuta da Austria e Grecia e di aggiungersi ai paesi che hanno reso obbligatorio il vaccino anti-Covid, almeno per alcune fasce di popolazione.
Oltre alla vaccinazione obbligatoria per diverse categorie di lavoratori, come operatori sanitari, forze dell’ordine, militari e insegnanti, mercoledì scorso il governo italiano, nell’ultimo decreto varato per contenere gli effetti della variante Omicron, ha deciso che tutti gli ultracinquantenni dovranno sottoporsi all’iniezione e ai successivi richiami. Ma qual è la situazione nelle altre nazioni europee?

Austria

Le regole più restrittive, finora, sono quelle varate in Austria, dove dal prossimo 1° febbraio tutti i cittadini con più di 14 anni saranno obbligati a vaccinarsi. Le sanzioni, che in Italia, per chi non lavora, saranno di 100 euro una tantum, a Vienna andranno da 600 euro a 3.600 euro. L’importo della multa dovrà essere versato dai no-vax ogni tre mesi per i prossimi due anni, e cioè fino a gennaio del 2024.
Saranno esentati, come si legge sul Post, soltanto i minori di 14 anni, le donne in stato di gravidanza, chi ha contratto il Covid da meno di sei mesi e chi dimostra di essere impossibilitato a vaccinarsi per motivi di salute.

Grecia

In Grecia, invece, l’obbligo scatterà dal 16 gennaio per tutti coloro che a partire dallo scorso dicembre hanno compiuto 60 anni. Secondo i giornali locali, però, il governo sarebbe pronto ad abbassare la soglia dell’età a 50 anni.
L’annuncio potrebbe arrivare già nei prossimi giorni. “Il limite di età potrà essere abbassato ulteriormente se sarà necessario”, ha anticipato nei giorni scorsi il vice ministro degli Interni di Atene, Stelios Petsas, citato da Ekathimerini. La sanzione prevista per chi non si sottoporrà al vaccino sarà di 100 euro al mese.
vaccino russo sputnik v - Sputnik Italia, 1920, 08.01.2022
Decreto Covid con obbligo vaccinale over50: è in Gazzetta Ufficiale

Repubblica Ceca

È in forse, invece, l’introduzione della vaccinazione obbligatoria in Repubblica Ceca. Il governo di Andrej Babis, all’inizio di dicembre, aveva annunciato che da marzo sarebbe scattato l’obbligo vaccinale per medici, infermieri, forze dell’ordine ed in generale per tutti i cittadini sopra i sessant’anni.
Il nuovo governo del premier Petr Fiala, che si è dichiarato contrario all’imposizione del vaccino anti-Covid, potrebbe stravolgere il provvedimento.

Germania

In Germania, il nuovo cancelliere Olaf Scholz aveva fatto sapere di essere favorevole all’introduzione dell’obbligo vaccinale per tutta la popolazione. Ma all’interno della coalizione di governo sul tema si scontrano Socialdemocratici e Liberali, scettici sulla possibile introduzione di una misura di questo tipo.
In ogni caso, aveva anticipato anche Scholz, la misura dovrà essere votata al Bundestag. Finora, in Germania, il vaccino anti-Covid viene imposto soltanto a chi lavora all’interno degli ospedali.
Министр финансов Германии Олаф Шольц прибывает на встречу министров финансов и здравоохранения G20 в Риме - Sputnik Italia, 1920, 30.11.2021
Germania, per Bild nuovo cancelliere verso obbligo vaccinale contro il Covid

Polonia

Medici e infermieri, ma anche chi lavora nelle scuole e gli appartenenti alle forze dell’ordine saranno obbligati a vaccinarsi in Polonia dal prossimo primo marzo, pena la sospensione dal lavoro.

Francia

Anche in Francia, per ora, sono obbligati a vaccinarsi soltanto sanitari e agenti delle forze di sicurezza. Il governo non sembra essere intenzionato ad estendere l’obbligo al resto della popolazione, fra le più recalcitranti in Europa, e procede, come annunciato senza mezzi termini dal presidente Emmanuel Macron, sulla strada dell’inasprimento delle restrizioni per i no-vax.
Nei prossimi giorni, al Senato, si discuterà, infatti, la legge per estendere l’obbligo del green pass senza l’opzione del tampone nella maggior parte dei luoghi pubblici. A contestare il provvedimento, proposto dal governo, è l’opposizione.
Emmanuel Macron - Sputnik Italia, 1920, 16.12.2021
Francia, Macron non esclude la vaccinazione obbligatoria

Spagna

La Spagna, dove la percentuale dei vaccinati con almeno una dose è di oltre l’85 per cento, una delle più alte in Europa, dopo il Portogallo, è uno dei paesi in cui al momento l’obbligo non viene preso in considerazione. Per ora, tra le misure adottate dal governo spagnolo per contrastare la diffusione delle nuove varianti del virus c’è l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto e di mostrare il green pass, con l’opzione del tampone, per accedere a bar e ristoranti.

L'obbligo fuori dall'UE

Fuori dall’UE, l’obbligo vaccinale è stato previsto nel Regno Unito per gli operatori sanitari a partire dal primo aprile, ma il governo del premier Boris Johnson ha annunciato che non verrà esteso al resto della popolazione.
In Russia saranno obbligati a vaccinarsi soltanto i residenti di San Pietroburgo, anziani e con patologie pregresse.
Nel resto del mondo, invece, la vaccinazione obbligatoria è stata introdotta soltanto in Indonesia, Micronesia, Tagikistan, Turkmenistan, Ecuador e in Malesia, per chi ha più di sessant’anni.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала