Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Casa Bianca avverte l'Iran: affronterà conseguenze se colpirà americani, inclusi i sanzionati

© Sputnik . Natalya SeliverstovaLa Casa Bianca
La Casa Bianca - Sputnik Italia, 1920, 09.01.2022
Seguici su
In precedenza Teheran aveva imposto sanzioni contro decine di cittadini americani, inclusi alti funzionari militari, per l'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani.
L'Iran dovrà affrontare "gravi conseguenze" se colpirà cittadini americani, comprese le 52 persone contro cui in precedenza aveva imposto sanzioni, ha fatto sapere oggi la Casa Bianca.
"Ieri l'Iran ha affermato di imporre sanzioni contro 52 americani. Lo fanno mentre le milizie iraniane continuano ad attaccare le truppe americane in Medio Oriente e mentre i funzionari iraniani minacciano di condurre operazioni terroristiche negli Stati Uniti e in altre parti del mondo", le parole del consigliere alla sicurezza del presidente Biden Jake Sullivan riportate in una dichiarazione pubblicata dalla Casa Bianca.
"Lavoreremo con i nostri alleati e partner per scoraggiare e rispondere a qualsiasi attacco effettuato dall'Iran. Se l'Iran dovesse attaccare qualcuno dei nostri cittadini, inclusa una qualsiasi delle 52 persone nominate ieri, andrebbe incontro a gravi conseguenze", ha proseguito.
L'8 gennaio l'Iran ha imposto sanzioni contro decine di americani, tra cui il capo dello Stato Maggiore, il generale Mark Milley, il capo del comando centrale degli Stati Uniti (CENTCOM) Kenneth F. McKenzie Jr. e l'ex consigliere per la sicurezza nazionale Robert C. O'Brien , in quanto secondo Teheran coinvolti nell'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani nel 2020.
Soleimani è stato ucciso il 3 gennaio 2020 all'aeroporto internazionale di Baghdad dove era arrivato nell'ambito di una missione diplomatica segreta. La sua auto è stata colpita da droni statunitensi secondo un ordine del presidente Trump, convinto che Soleimani avesse pianificato attacchi contro le strutture americane nella regione. In risposta l'Iran ha effettuato un attacco missilistico contro le basi militari irachene che ospitano truppe statunitensi, a seguito del quale non ci sono state vittime, tuttavia alcuni soldati sono rimasti feriti. Teheran ha detto che era solo l'inizio e da allora ha ripetutamente promesso di vendicare la morte di Soleimani.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала