Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mastrapasqua: la mania dei bonus governativi è come il metadone, offensiva agli italiani

© Foto : Robert & Mihaela VicolUcraina e banca di sviluppo statale tedesca KfW firmeranno giovedì un accordo per un prestito del valore di 200 milioni di euro
Ucraina e banca di sviluppo statale tedesca KfW firmeranno giovedì un accordo per un prestito del valore di 200 milioni di euro - Sputnik Italia, 1920, 08.01.2022
Seguici su
Pare non avere dubbi l’ex presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua, tutti questi bonus governativi sono solo una droga, il metadone dato agli italiani.
“Superbonus 110%, bonus facciate, bonus rubinetti, bonus terme, bonus cultura, bonus computer. Tutti bonus senza vincoli reddituali. C'è una bonus mania, che trovo persino offensiva per gii italiani”, afferma l’ex direttore dell’Inps all’Adnkronos.
Quindi l’affondo al governo e a chi queste misure economiche le ha pensate per risollevare l’Italia dalla peggiore crisi economica degli ultimi decenni: “Il bonus mania è una droga che poi quando ti svegli non c'è più nulla. È metadone, ma la realtà è ben diversa”.
Il superbonus edilizio al 110%, fa notare Mastrapasqua, viene concesso allo stesso modo al più ricco d’Italia e al più povero. Però poi se mi nasce un figlio sono penalizzato, aggiunge.
“Ho delle grosse perplessità – aggiunge – sulla proroga del superbonus e sull'utilità al Paese dato che sta incidendo sull'1,7% del patrimonio immobiliare italiano. Se questo, a detta delle relazioni votate in parlamento, serve per l'efficienza energetica del Paese, vorrei sapere quando faremo il restante 98% e quanto ci costerà”, quasi ironizza.

Superbonus 110% e quel 10% dato alle banche

Anzitutto non si è mai visto in nessuna nazione evoluta e democratica che si desse alla gente “di più di quello che spendi”, riflette ancora Mastrapasqua e poi fa notare che quel “10% serve a pagare le banche” quando si opta per la cessione del credito.
Ecco, stante così la situazione, l’ex capo dell’Inps crede che “il governo è vittima di se stesso, delle pulsioni dei singoli attori che compongono la coalizione, dove ognuno pianta una bandierina, ma non vedo una visione globale”.

La visione di Paese dove sta?

Dove sta, invece, la visione per il futuro del Paese? Dopo il rimbalzo del Pil nel 2021 del +6,3%, cosa verrà fatto per scongiurare che si ritorni allo zero virgola “degli ultimi 20 anni”?
Per Mastrapasqua, anche l’arrivo del Pnrr, non farà altro che dare all’Italia una crescita “episodica” e non “una crescita strutturale” che è quello di cui l’Italia ha bisogno dopo 20 anni di “crisi economica strutturale”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала