Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Iran impone sanzioni contro 51 cittadini americani: nella lista anche alti funzionari militari

© Sputnik . Andrey SteninIl ministero degli Esteri dell'Iran
Il ministero degli Esteri dell'Iran - Sputnik Italia, 1920, 08.01.2022
Seguici su
Le misure adottate dalle autorità iraniane arrivano nel contesto del secondo anniversario dell'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani nell'attacco con drone eseguito dagli USA, nonché dei colloqui senza progressi tra Stati Uniti e Iran sul ripristino dell'accordo nucleare del 2015.
L'Iran ha imposto le sanzioni nei confronti di decine di americani, tra cui il capo di stato maggiore degli Stati Uniti, Mark Milley, il comandante del comando centrale degli Stati Uniti (CENTCOM), Kenneth F. McKenzie Jr., e l'ex consigliere per la sicurezza nazionale Robert C. O'Brien. Il ministero degli Esteri iraniano ha spiegato che le sanzioni interessano un totale di 51 cittadini statunitensi coinvolti nell'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani.
"Le persone nell'elenco delle sanzioni hanno partecipato a processo decisionale, pianificazione, organizzazione, finanziamento, supporto, nonché gestione ed attuazione dell'atto terroristico", ha affermato il dicastero, facendo riferimento all'uccisione del generale iraniano.
Teheran ha più volte promesso ritorsioni per la morte di Soleimani, affermando che tutte le persone responsabili della sua uccisione devono assumersene la responsabilità. L'Iran insiste che l'attacco contro il suo generale che era a capo delle operazioni all'estero dei Guardiani della Rivoluzione (Forza al-Quds) è stato un atto di terrorismo di stato.
Soleimani è stato ucciso durante una visita in Iraq dove si è recato nel quadro di una missione diplomatica segreta. La sua auto è stata colpita da droni statunitensi dietro l'ordine del presidente Donald Trump, che ha affermato che il leader della Forza al-Quds stava pianificando attacchi contro gli interessi americani nella regione.
Teheran ha reagito diversi giorni dopo con un attacco missilistico contro due basi militari irachene che ospitavano truppe americane. Nessun militare statunitense è stato ucciso nell'attacco, ma diversi soldati sono rimasti feriti.
Il generale della guardia rivoluzionaria Qassem Soleimani, al centro, partecipa a un incontro con il leader supremo Ayatollah Ali Khamenei e i comandanti della guardia rivoluzionaria a Teheran, Iran, foto di archivio. - Sputnik Italia, 1920, 03.01.2022
Iran chiede all'Onu processo contro USA e Israele per l'assassinio di Soleimani
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала