Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Governatore Zaia: si esprima il Cts sulla scuola o rischiamo una falsa apertura

© Sputnik . Evgeny UtkinLuca Zaia al Congresso Federale della Lega
Luca Zaia al Congresso Federale della Lega - Sputnik Italia, 1920, 08.01.2022
Seguici su
Per il governatore della regione Veneto serve una presa di posizione da parte del comitato tecnico scientifico, altrimenti sulla riapertura delle scuole "si rischia grosso".
Luca Zaia, governatore della regione Veneto auspica l'intervento del Cts sul tema della riapertura delle scuole, per evitare il rischio di incappare in una "falsa apertura", tra "insegnanti colpiti dal Covid-19, altri assenti per malattia, altri ancora no-vax e nuove regole della Dad".

"È il caos, le norme sul contact tracing e sul testing non funzionano, sono inapplicabili. Bisogna modificare la definizione di caso e avere un atteggiamento diverso rispetto agli asintomatici positivi. Poi ci sono migliaia di scuole chiuse e mancanza di docenti (in quarantena, in malattia, non vaccinati). Il governo ha deciso che il 10 si riapre, ma molte saranno chiuse, altre in Dad perchè non ci sono altre soluzioni. Da parte mia, ho chiesto al governo un pronunciamento del Cts sulla riapertura, non ho avuto risposte. Di certo, la fase di testing così come è impostata, è insostenibile", ha detto Luca Zaia, come riporta il Gazzettino.

Una cosa è certa, come sottolinea lo stesso: non avremo scuole piene.
Zaia specifica poi il fatto che spetta alle regioni l'attivare ordinanze "in qualsiasi momento", ma che poi il governo potrà bloccare le stesse.
Da qui, rilancia il governatore, la necessità di un ente "super partes" e che goda di capacità scientifiche per dipanare la questione, si legga per Cts, di cui Zaia auspica un intervento quanto prima, dato che già lunedì 10 si dovrebbero riaprire, almeno in linea teorica, i comprensori scolastici della regione.
L'Ufficio scolastico regionale ribadisce che non ha intenzione di tornare indietro alla Dad.
Intanto la regione registra un nuovo record di casi positivi proprio in queste ore, se si pensa che nella sola giornata di giovedì 6 gennaio si è registrato un dato di 18.000 casi positivi, cifre non da poco in una regione di 4.858.758.
Il governatore può di fatto per legge rinviare le aperture, come successo proprio in questi giorni in Campania, correndo però il rischio di veder presentato dal governo ricorso.
Bambini a scuola - Sputnik Italia, 1920, 08.01.2022
Covid-19 in Campania, scontro aperto tra presidente De Luca e governo
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала