Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Kazakistan, NATO: "Condividiamo le preoccupazioni e chiediamo moderazione"

La bandiera NATO - Sputnik Italia, 1920, 07.01.2022
Seguici su
L'Alleanza Atlantica ha lanciato un appello al rispetto del diritto di protesta pacifica e dei diritti umani.
Javier Colomina, rappresentante speciale del Segretario generale della NATO per il Caucaso meridionale e l'Asia centrale, ha affermato che l'Alleanza Atlantica è preoccupata per la situazione in Kazakistan, e ha invitato tutte le parti alla moderazione e le autorità a rispettare il diritto alla protesta pacifica.

"La NATO condivide serie preoccupazioni per la situazione in Kazakistan, comprese le segnalazioni di vittime. Chiediamo a tutte le parti di esercitare moderazione, astenersi dalla violenza e impegnarsi nel dialogo. Le autorità devono rispettare gli obblighi internazionali in materia di diritti umani, compreso il diritto alla protesta pacifica", ha scritto Colomina su Twitter.

La situazione in Kazakistan

Le proteste di massa in Kazakistan sono iniziate nei primi giorni del 2022. I residenti di Zhanaozen e Aktau si sono opposti a un duplice aumento dei prezzi del gas e del petrolio, poi le proteste si sono estese ad altre città, tra cui Almaty, sfociando in violenti scontri con la polizia, saccheggi e atti vandalici.
Facendo seguito alla richiesta del presidente Kassym-Jomart Tokayev, che aveva definito la situazione nel paese come "un'invasione di bande addestrate dall'estero", il Consiglio di sicurezza collettiva della CSTO ha deciso di inviare forze congiunte di pacificazione in Kazakistan per un periodo di tempo limitato.
Oggi il presidente Tokayev ha dichiarato che chi tra di "banditi e terroristi" attivi nei disordini ad Almaty rifiuterà di deporre le armi, verrà fisicamente eliminato dalle forze speciali kazake, che continuano l'operazione antiterrorsimo in corso nella maggiore città del paese.
Il prossimo 11 gennaio, inoltre, il capo dello stato kazako pronuncerà un discorso di fronte al parlamento del Paese, nel quale annuncerà un progetto di riforme.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала