Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

CSTO: "ONU, OSCE e OSC informati dell'operazione di pace in Kazakistan"

© Sputnik . Максим Богодвид / Vai alla galleria fotograficaEsercitazioni delle forze di peace keeping di CSTO
Esercitazioni delle forze di peace keeping di CSTO - Sputnik Italia, 1920, 07.01.2022
Seguici su
La notifica alle autorità internazionali è stata recapitata il 5 gennaio, in seguito alla richiesta di aiuto da parte del presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev.
Il segretario generale della CSTO, Stanislav Zas, ha informato le Nazioni Unite, l'OSCE e l'OCS dell'operazione di pacificazione in Kazakistan.
Lo rende noto il segretario stampa della CSTO, Vladimir Zainetdinov.

Il funzionario ha affermato che la notifica è stata inviata il 5 gennaio per conto del Consiglio di sicurezza collettivo della CSTO.
"Stanislav Zas ha inviato una lettera al segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres", ha detto Zainetdinov.
Nella lettera, ha spiegato il segretario stampa della CSTO, viene chiarito che "sulla base dell'appello del Presidente della Repubblica del Kazakistan Kassym-Zhomart Tokayev, vista la minaccia alla sicurezza nazionale e alla sovranità della Repubblica del Kazakistan, e guidata dagli articoli 2 e 4 del Trattato di Sicurezza Collettiva, il Consiglio di Sicurezza Collettiva della CSTO ha deciso di condurre con i mezzi delle Forze Collettive un'operazione di mantenimento della pace della CSTO sul territorio della Repubblica del Kazakistan”.
La medesima lettera è stata inviata anche al Segretario generale dell'OSCE Helga Schmid e al Segretario generale dell'OSC Vladimir Norov, in cui ha informato le organizzazioni internazionali della decisione presa dalla CSTO di condurre un'operazione di mantenimento della pace in Kazakistan e di inviare contingenti militari degli Stati membri della CSTO per un periodo limitato di tempo.
Disordini in Kazakistan - Sputnik Italia, 1920, 07.01.2022
Kazakistan, i disordini hanno causato danni per almeno $100 milioni

L'intervento della CSTO in Kazakistan

Sullo sfondo delle proteste in corso in Kazakistan, il presidente Kassym-Jomart Tokayev ha chiesto aiuto alla CSTO "per superare la minaccia terroristica" esterna.
Dopo aver ricevuto la richiesta, il Consiglio di sicurezza collettivo della CSTO ha deciso di inviare forze collettive di mantenimento della pace in Kazakistan "per un periodo limitato al fine di stabilizzare e normalizzare la situazione nel Paese".
Il contingente comprende circa 2.400 uomini, la dislocazione è in corso a partire dalla tarda serata locale del 6 gennaio, dopo l'arrivo per via aerea dei primi contingenti da Russia e Bielorussia.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала