Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

AP, debito/Pil in calo del 6,2% nel terzo trimestre del 2021

CC0 / Pixabay / Euro
Euro - Sputnik Italia, 1920, 07.01.2022
Seguici su
Il rapporto di Istat rileva inoltre un aumento del reddito disponibile delle famiglie, pari all'1,8% nello stesso periodo. Consumi in aumento, la propensione al risparmio cala all'11%.
Nel terzo trimestre del 2021 l'indebitamento delle amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil si è ridotto del -6,2%, rispetto al -9,8% dello stesso periodo del 2020. Lo segnala Istat nel rapporto Conto Trimestrale delle Amministrazioni pubbliche, reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società relativo al suddetto periodo.
L'indebitamento delle PA sul Pil si è sensibilmente ridotto per il consistente aumento delle entrate, che ha più che compensato l'aumento delle uscite, spiega l'Istat.
Il saldo primario, ovvero l'indebitamento al netto degli interessi passivi delle AP, è risultato negativo, con un’incidenza sul Pil del -2,9%. Un valore inferiore rispetto al -6,4% nel terzo trimestre del 2020. Negativo anche il saldo corrente delle AP con un 'incidenza sul Pil del -2,0%, in calo rispetto al -4,2% del terzo trimestre del 2020.
La pressione fiscale è stata pari al 41,0%, in aumento di due punti rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Il reddito delle famiglie

Nello stesso periodo del 2021, Istat rileva un aumento del reddito delle famiglie dell'1,8% rispetto al trimestre precedente, con una crescita dei consumi del 3,6% e una riduzione di 1,6 punti percentuale della propensione al consumo, che scende a 11%, un livello comunque superiore a quelli registrati prima della crisi. Inoltre si registra un aumento del poteri d'acquisto dell’1,2%, rispetto al trimestre precedente.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала