Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Air italy, prosegue la battaglia dei lavoratori: i sindacati chiedono tutele al governo

© FotoUn aereo Air Italy all'aeroporto di Olbia
Un aereo Air Italy all'aeroporto di Olbia - Sputnik Italia, 1920, 07.01.2022
Seguici su
La compagnia di volo ha inviato in anticipo, questa domenica, le lettere di licenziamento con effetto immediato per i 1.322 dipendenti dell'ex Meridiana. Stamattina sit-in di protesta a Roma.
Questa mattina, i lavoratori di Air Italy, sostenuti dai sindacati del comparto, sono scesi in piazza per un sit-in di protesta contro le lettere di licenziamento immediato. Uiltrasporti esprime la propria indignazione e chiede nuovi ammortizzatori ad hoc per i 1.322 dipendenti della compagnia e prospettive per il futuro del trasporto aereo.

"Chiediamo che il Governo metta immediatamente in campo un sistema di tutela e permetta ai dipendenti di essere reinseriti nel mondo del lavoro. - spiega in una nota il segretario della Uiltrasporti Sardegna William Zonca - Siamo indignati. La società non si è posta minimamente il problema della tenuta sociale licenziando 1.322 dipendenti senza accedere agli ammortizzatori sociali".

Il leader di Uiltrasporti Sardegna punta il dito sulle istituzioni, intervenute in "tempo tardivo, nonostante questa sia la più grossa vertenza del trasporto aereo dopo quella di Alitalia".
"Il Governo metta in campo senza indugio un sistema di tutele per salvaguardare la professionalità di questi lavoratori attraverso nuovi ammortizzatori ad hoc per tutto il 2022 e soprattutto dando loro delle prospettive future con il rilancio dell'intero settore del trasporto aereo", conclude Zonca.
La mobilitazione per il futuro dei 1.322 dipendenti di Air Italy proseguirà la prossima settimana in Sardegna e a Roma, con due differenti date in calendario.
Lunedì 10 gennaio, alle 9:30, una delegazione dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali sarà ricevuta alla Regione Sardegna dall'assessore del Lavoro, Alessandra Zedda. Martedì mattina, invece, tutti i lavoratori licenziati dalla compagnia aerea si sono dati appuntamento a Roma, per una manifestazione di piazza. Il luogo è ancora da decidere.
"Nel corso di questa lunga vertenza i sindacati non sono mai mancati e hanno fatto la loro parte, ciò che è mancato sono le istituzioni e la volontà politica di trovare una soluzione", sostiene il segretario del Presidio Fit Cisl Gallura, Gianluca Langiu.
"Le iniziative di questi giorni vogliono richiamare la politica alle proprie responsabilità e a una soluzione. Con il decreto Mille proroghe il Governo ha la possibilità di creare quel bacino del trasporto aereo con cui si darebbe la possibilità ai lavoratori Air Italy di accedere agli ammortizzatori sociali", conclude il sindacalista.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала