Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Kazakistan: 13 agenti morti, due di loro decapitati nel corso delle proteste a Almaty

Almaty - Sputnik Italia, 1920, 06.01.2022
Seguici su
La notizia è stata comunicata dal comando militare di Almaty. Allo stesso tempo due ospedali della città sono stati bloccati dai riottosi che hanno impedito l'ingresso a pazienti e personale.
Gruppi di uomini armati hanno circondato due grandi ospedali ad Almaty, impedendo l'ingresso a pazienti e personale, secondo un comunicato stampa della televisione di stato del Kazakistan.

"Questa mattina gruppi di malviventi armati di armi da fuoco hanno circondato due grandi ospedali clinici multidisciplinari ad Almaty, il numero uno e il numero sette. Secondo l'ufficio del comando di Almaty, i terroristi non ammettono pazienti, medici e personale sanitario negli ospedali, mettendo così in pericolo la vita e la salute dei civili", ha detto la tv.

Intanto il bilancio delle vittime durante gli scontri ad Almaty tra i funzionari della sicurezza è salito a 13, due di loro sono stati trovati decapitati, ha riferito a Sputnik il comando della città kazaka. Sono invece 353 i feriti confermati.
"Tredici agenti delle forze dell'ordine sono stati uccisi, tra cui due che sono stati trovati con la testa tagliata", ha riferito la fonte.

Il dispiegamento delle forze di peacekeeping del CSTO

L'Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva (CSTO) ha disposto il dispiegamento di forze di peacekeeping in Kazakistan per un periodo di tempo limitato per stabilizzare la situazione nel Paese in seguito alla richiesta del presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev.
Secondo quanto affermato dal Segretariato della CSTO, l'appello di assistenza del Kazakistan è stato lanciato facendo riferimento all'intrusione nel Paese di bande terroristiche addestrate dall'estero.
Nella mattina di giovedì è stato reso noto che il blocco sta inviando forze di peacekeeping in Kazakistan e che diverse unità stanno già svolgendo i loro compiti nel paese.
"Al momento, la parte russa del contingente di mantenimento della pace è in fase di trasferimento nel territorio del Kazakistan da parte delle forze aerospaziali russe. Le prime unità delle hanno già iniziato a svolgere i loro compiti", si legge in un comunicato ufficiale.
Secondo quanto dichiarato, il contingente ricoprirà incarichi di protezione delle basi militari e delle comunicazioni statali, oltre ad assistere la polizia nel mettere freno ai disordini.
Le forze di peace keeping potranno contare su effettivi provenienti da cinque Paesi: Armenia, Bielorussia, Kirghizistan, Russia e Tagikistan.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала