Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Palermo al collasso: reparti pieni e file di ambulanze. Montato un ospedale da campo

© Sputnik . Press service of the Ministry of Defence of the Russian Federation / Vai alla galleria fotograficaL'ospedale da campo a Bergamo in cui lavoreranno i specialisti italiani e russi
L'ospedale da campo a Bergamo in cui lavoreranno i specialisti italiani e russi - Sputnik Italia, 1920, 06.01.2022
Seguici su
Ambulanze bloccate per ore sulla rampa di accesso del Pronto Soccorso. Disposta la riconversione di Ostetricia e Ginecologia per aumentare i posti letto Covid.
La sanità siciliana è di nuovo sotto stress per la nuova impennata di contagi. La situazione più allarmante è quella dell'ospedale Cervello di Palermo, dove il reparto di terapia intensiva ha quasi raggiunto la saturazione. Nella notte è stato montato un ospedale da campo per far fronte al boom di ricoveri.
La decisione è arrivata dopo che nel pomeriggio di ieri, 14 ambulanze sono rimaste bloccate in fila per diverse ore con i pazienti Covid a bordo sulla rampa di accesso del Pronto Soccorso. La situazione si è sbloccata dopo la protesta degli autisti dei mezzi di soccorso che hanno fatto suonare le sirene all'unisono.
A quel punto centrale operativa del 118 ha proposto l'immediata istituzione di un posto medico avanzato, con 10 posti letto per i positivi a bordo dei mezzi. Alcune ambulanze sono state invece dirottate all'ospedale di Partinico.
La situazione del Cervello resta preoccupante per la carenza di posti letto e il sovraffollamento del Pronto Soccorso, che in questo momento attende 57 pazienti di cui 7 in attesa, con un indice di sovraffollamento del 285%.
Non va meglio nel reparto di terapia intensiva con 14 posti letto occupati su 16 disponibili. Solo uno dei pazienti in rianimazione è vaccinato. Tra i ricoverati No Vax alcuni hanno meno di 50 anni.
"Polmoniti gravissime con poche speranze di sopravvivere in pazienti non vaccinati anche senza altre patologie....È veramente un peccato suicidarsi così". Questo lo sfogo di Tiziana Maniscalchi, vincitrice del concorso per direttore d'area del reparto d'emergenza.
"È un peccato sfibrare il nostro sistema sanitario per logiche irrazionali. Già quasi 200 ricoverati all'ospedale Cervello", aggiunge.
Per far fronte all'incremento dei ricoveri il direttore sanitario Aroldo Gabriele Rizzo ha disposto la riconversione di Ginecologia e Ostetricia in reparti Covid. Prima, però, si dovranno dimettere le pazienti ricoverate.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала