Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Omicron, inizio della fine della pandemia? La risposta di Rezza

Italia, covid cartello
Italia, covid cartello - Sputnik Italia, 1920, 04.01.2022
Seguici su
Secondo il direttore della Prevenzione sanitaria del ministero della Salute la minore virulenza e l'acquisita immunità della popolazione "fanno ben sperare" che la nuova variante sia il preludio della fine della pandemia.
E' troppo presto per dire se Omicron "possa preludere alla fine biologica della pandemia" di Covid-19, tuttavia l' "attenuazione di sintomi e l'immunità di popolazione" fanno ben sperare.
Lo ha affermato il direttore della Prevenzione sanitaria del ministero della Salute, Giovanni Rezza, in un intervento sul Corriere della Sera.
La nuova variante sembrerebbe avere una minore virulenza rispetto agli altri ceppi del virus, con un terzo di ospedalizzazioni in meno. Tuttavia, spiega Rezza, la maggiore contagiosità costituisce una minaccia per la sanità pubblica.
"Anche se la virulenza intrinseca di Omicron è ridotta — il rischio di ospedalizzazione sembra essere circa un terzo di quello di Delta —, rimangono però elevati sia il rischio di congestione delle strutture ospedaliere che di eventuali criticità relative alla continuità di alcuni servizi essenziali", afferma.
Il virus Sars-Cov2 si "sta rivelando particolarmente insidioso" e sorprende la sua capacità di "acquisire e fissare mutazioni che finiscono per dar vita a varianti sempre più trasmissibili rispetto a quelle che le hanno precedute".
Inoltre "sia Delta che, in misura maggiore, Omicron, - prosegue - si sono dimostrate in grado di evadere la risposta immuni e di ridurre quindi, seppur parzialmente, l'efficacia dei vaccini", cosa che ha reso necessario ricorrere immediatamente alla terza dose per evitare forme severe di infezione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала