Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Boom di contagi Covid tra gli operatori sanitari, Nursind: "Serve almeno un tampone a settimana"

© Giovanni MigliaccioProtesta degli infermieri Nursind
Protesta degli infermieri Nursind - Sputnik Italia, 1920, 04.01.2022
Seguici su
Il sindacato delle professioni infermieristiche lancia l'allarme sull'aumento esponenziale di casi fra gli operatori sanitari e delle sempre più frequenti aggressioni nei confronti del personale impiegato in prima linea.
In appena un mese i casi fra sanitari sono aumentati del 210%, di cui l'82% tra gli infermieri, secondo i dati Iss. Il segretario provinciale del sindacato delle professioni infermieristiche Nursind di Roma, Stefano Barone, ai microfoni de l'Italia s'è desta, in onda su Radio Cusano Campus, chiede controlli più capillari e presidi di polizia all'interno degli ospedali.

I contagi fra i sanitari

“Il personale sanitario non viene messo in condizione di un controllo preciso e capillare, soprattutto per quanto riguarda i medici e infermieri che sono a contatto con pazienti particolarmente fragili", denuncia Barone.
Il sindacalista lamenta la bassa attendibilità dei tamponi rapidi e chiede "che vengano fatti i tamponi almeno una volta a settimana, mentre al momento nel Lazio si fanno ogni 10 giorni”.

La pressione sugli ospedali

In merito alla situazione negli ospedali Barone spiega che, a fronte di una "pressione minore nelle terapie intensive rispetto alle precedenti ondate", non è minore "la pressione dei pazienti positivi che stazionano nei Pronto Soccorso e nei reparti Covid".
"Come al solito si arriva sempre tardi nell’organizzazione e questo crea grande disagio sia nei pazienti sia nel personale. Il problema è l’assenza di posti letto che sono stati tagliati negli anni”, afferma.

Le aggressioni del personale ospedaliero

“I temi del sovraffollamento dei pronto soccorso, delle aggressioni colpiscono direttamente il personale impegnato soprattutto in prima linea. - prosegue - Noi su questo abbiamo chiesto più volte un intervento immediato per la tutela del personale sanitario negli ospedali. Ad esempio potrebbero essere previsti dei presidi di polizia per fare in modo che si possa intervenire immediatamente. Ribadiamo la necessità di intervenire in maniera tempestiva ed incisiva”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала