Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Primo ministro finlandese sulla NATO: Finlandia tiene aperte le opzioni, può unirsi quando vuole

© Foto : Jari Niemelä/Public DomainФинский политик Санна Марин
Финский политик Санна Марин - Sputnik Italia, 1920, 02.01.2022
Seguici su
Pur mantenendo formalmente la sua neutralità dalla guerra fredda, la Finlandia si è avvicinata all'alleanza attraverso varie esercitazioni congiunte e attività di addestramento, l'acquisizione di attrezzature prodotte negli Stati Uniti e l'ok all'uso del suo territorio alle forze Nato; insieme alla Svezia, gode dello status di partner speciale.
Nel suo messaggio di Capodanno, il primo ministro Sanna Marin ha enfatizzato la possibilità che la Finlandia entri nella NATO, sottolineando che può fare domanda di adesione se vuole.
“La Finlandia mantiene aperta l'opzione di chiedere l'adesione alla NATO”, ha detto la socialdemocratica in quello che la stampa finlandese ha ampiamente interpretato come una frecciata contro il presidente russo, Vladimir Putin, il quale ha recentemente chiesto che l'alleanza occidentale fermi la sua espansione verso est. “Dovremmo sostenere questa libertà di scelta e assicurarci che rimanga una realtà, perché questo fa parte del diritto di ogni Paese di decidere le proprie politiche di sicurezza”, ha aggiunto Marin, come citato dall'emittente nazionale Yle.
Marin ha anche promesso che la Finlandia intensificherà ulteriormente la sua cooperazione e i suoi impegni in materia di sicurezza e difesa europea, sottolineando che non “lascerà il suo spazio di manovra”.
Un messaggio simile è stato espresso dal presidente Sauli Niinistö, il quale ha in egual modo sottolineato che è possibile per la Finlandia chiedere l'adesione alla NATO.
“Lo spazio di manovra e la libertà di scelta della Finlandia includono anche la possibilità di allineamento militare e la richiesta di adesione alla NATO, se noi stessi lo decidessimo”, ha detto Niinistö, come citato da Yle.
Il presidente finlandese ha citato la crisi in Ucraina e le attuali tensioni globali, suggerendo che l'era post-Guerra Fredda è finita e che la politica delle grandi potenze è di nuovo in uno stato di movimento, rendendo l'impatto sui paesi più piccoli più intenso.
Niinistö ha parlato anche delle proposte di sicurezza della Russia alla NATO e agli Stati Uniti, che saranno presto discusse in merito alle tensioni sull'Ucraina che riguardano l'Alleanza che si avvicina costantemente ai confini della Russia, suggerendo che la nozione stessa di “sfere di influenza” è superata. Invece, ha incoraggiato l'UE ad assumere un ruolo più attivo e fare più che “ascoltare”.
Jens Stoltenberg - Sputnik Italia, 1920, 04.11.2021
La NATO alla campagna del Nord: Stoltenberg in Danimarca "chiama" nell'Alleanza Svezia e Finlandia
Il mese scorso il presidente Sauli Niinistö ha detto che l'adesione alla NATO è tra le opzioni sul tavolo e, nonostante decenni di non allineamento, la Finlandia mantiene attiva la possibilità di entrare.
Pur rimanendo formalmente fuori dal blocco, la Finlandia ha forgiato legami più stretti con l'alleanza attraverso esercitazioni congiunte e attività di formazione, l'acquisizione di attrezzature prodotte negli Stati Uniti e permettendo alla NATO di utilizzare il suo territorio, lo spazio aereo e le acque territoriali.
Durante la sua visita a Helsinki nell'autunno del 2021, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha detto che le porte dell'alleanza rimangono aperte per la Finlandia.
All'interno della Finlandia, c'è un forte sentimento politico a favore della NATO rappresentato, tra gli altri, da membri dei vertici e da diversi partiti, tra cui la Coalizione Nazionale liberal-conservatrice attualmente in testa nei sondaggi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала