Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In città è caos rifiuti, ma i catanesi rischiano un aumento della Tari

© Non Sputnik fotoEmergenza rifiuti a San Cristoforo
Emergenza rifiuti a San Cristoforo - Sputnik Italia, 1920, 02.01.2022
Seguici su
Il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, assicura di "fare il possibile per evitare qualsiasi altra tassazione". Ma i cittadini potrebbero ritrovarsi a pagare una Tari più salata a causa della saturazione delle discariche.
Catanesi preoccupati per un possibile aumento della Tari nel 2022. “Noi ci auguriamo di no”, spiega il sindaco Salvo Pogliese in un’intervista al quotidiano la Sicilia. Ma quella dell’introduzione di una tassa dei rifiuti più salata sembra essere una delle opzioni sul tavolo, nonostante i problemi di decoro che assillano la città.
Il problema, spiega il primo cittadino, sono le “discariche sature e il rischio dell’esportazione dei rifiuti”.
“La Regione – va avanti Pogliese - ha stanziato 40mln per evitare questo scenario”. “Poi c’è il tema dei termovalorizzatori che io condivido. Il governo Musumeci ha avviato l’iter, ma ci vorranno anni prima della loro realizzazione”, ha aggiunto.
“Noi stiamo facendo il possibile per evitare qualsiasi altra tassazione”, rimarca il sindaco. Il punto, secondo il primo cittadino catanese, è che “meno rifiuti si portano in discarica meno il Comune paga e di conseguenza pagheranno i cittadini”.
Rifiuti - foto principale - Sputnik Italia, 1920, 15.12.2020
Catania, rifiuti fuori controllo: l'altra emergenza 
Per questo l’obbiettivo dell’amministrazione è di incrementare la differenziata porta a porta e scovare gli evasori.
E sulla mancata diminuzione della tassa, promessa nel gennaio del 2019 spiega: “C’è stata la pandemia e altri nodi e non abbiamo ancora mantenuto la promessa. Ma posso dire che il percorso avviato per individuare chi non paga la Tari sta avendo ottimi risultati”.
Anche il sistema di raccolta differenziata, dice ancora il sindaco, “dal primo novembre sta registrando buoni numeri in percentuale. Oggi siamo a una differenziata al 17 per cento, dal 10 per cento di partenza”.
Per il decoro, ha annunciato inoltre Pogliese, la giunta intende stanziare circa 3 milioni e mezzo di euro provenienti dal “turismo crocieristico” e dalla tassa di soggiorno.
I fondi, promette il sindaco, verranno impiegati per “continuare la politica di abbellimento dei monumenti e per l’arredo urbano”.
A dicembre un guasto alla discarica di Lentini aveva mandato in tilt il ciclo di smaltimento dei rifiuti. La città si era riempita di spazzatura, con vere e proprie montagne di rifiuti ai lati dei cassonetti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала