Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Alla scoperta della cucina indiana, tra spezie e passioni: piatti tipici e ricette

CC BY-SA 4.0 / Asen89 / Vindaloo indiano
Vindaloo indiano - Sputnik Italia, 1920, 02.01.2022
Seguici su
Approfondimento
Spezie incredibili, peperoncini piccanti, chai masala, alimentazione ayurvedica: la cucina indiana è rinomata in tutto il mondo. Scopriamo quali cibi sono considerati sani e quali no in India.
Sputnik dedica questo approfondimento all’alimentazione indiana: perché gli indiani non mangiano cipolle, aglio, pomodori e barbabietole; qual è la ricetta del pollo al curry e dei dolcetti Laddu?
In India, sanno come creare un capolavoro culinario dal più semplice dei prodotti
La nostra cucina si basa su tre componenti fondamentali: riso, frutti di mare e spezie macinate sul momento. Può sembrare che non ci sia niente di speciale, ma gli indiani inventano combinazioni così fantasiose con gli alimenti che i piatti diventano unici e sono amati in tutto il mondo. È curioso che nei nostri ristoranti a cucinare siano soprattutto gli uomini, mentre a casa lo fanno solo le donne.
I prodotti caseari occupano un posto speciale
E questo è comprensibile, dato che il latte è prodotto da un animale sacro per noi, la mucca. Nel nord del Paese, si usa molto frequentemente il burro ghee che è anche simbolo di benessere.
L'India è un paese prevalentemente vegetariano
La carne di manzo è proibita, perché la mucca è un animale sacro. Ci sono molti musulmani nel Paese, quindi la carne di maiale è rara. Ma il pollo e il pesce sono popolari.
La cucina in India è anche una filosofia molto sofisticata
Se ti stai imbarcando in un tour culinario in India, devi imparare le basi delle credenze indù riguardanti il cibo, le sue tipologie e metodi di consumo. In tutto il mondo è noto il sistema medico indiano dell’Ayurveda, che prende molto sul serio l’aspetto nutrizionale. Secondo l'antica tradizione, il benessere, l'umore e il destino umano dipendono direttamente dal modo in cui si mangia il cibo. Tutti gli alimenti si dividono in tre tipologie:
· Cibo rajasico - molto gustoso, piccante. Carne, alcol. Stimola il corpo e provoca iperattività, irritabilità e stimola passione e ignoranza.
· Cibo tamasico: cibi grassi e zuccherati, cibi in scatola, cibi pastorizzati, prodotti a base di farina, cibi riscaldati. Questo cibo rende tonti e pigri.
· Cibo sattvico: verdure, cereali, frutta, succhi di frutta, noci, latticini freschi. Benefico per l'individuo, riempie di vitalità, facile da digerire, pulisce il corpo, calma la mente. Si noti che questo cibo deve essere preparato in un ambiente favorevole e positivo, altrimenti anche un piatto sattvico diventerà tamasico.
Mais - Sputnik Italia, 1920, 25.12.2021
Rivelata tecnica preispanica per cucinare cibo salutare
Cipolla e aglio non sono graditi in India
Si crede che rendano aggressivi e risveglino la passione. I pomodori e le barbabietole vengono mangiati raramente, perché hanno il colore del sangue.
Si usano molte salse
La più amata e popolare è il chutney. Il suo gusto è costruito sul contrasto tra frutta, verdura e spezie. I chutney hanno molti nomi diversi: salse, condimenti, marmellate salate e composte sottaceto. Vengono serviti sia con piatti principali sia con prodotti da forno.
Ci sono molti dolci sani nella cucina indiana
Il dio Ganesh è raffigurato con un vassoio di Laddu nelle sue mani. Si tratta di palline dolci di farina di ceci con noci, burro, zucchero e spezie ricoperte di cocco, sesamo o semi di mandorle. Nella cultura indù simboleggiano l'abbondanza e la prosperità.
Il pasto si conclude di solito con il paan, una sorta di gomma da masticare indiana prodotta a partire da foglie di betel, con noci di areca e spezie. La masticano sia gli uomini che le donne. Rinfresca la bocca e ha un effetto benefico sulla digestione.
Il mio primo incontro con la cucina indiana potrebbe essere definito romantico
Ero affascinato dalla cultura, dalla tradizione, dalla storia e, naturalmente, dal cibo. Una varietà inimmaginabile di piatti cucinati a partire dai più semplici prodotti. Ma ciò che sorprende è il gusto. È tutta una questione di spezie e della loro combinazione.
È stata una rivelazione rendersi conto di poter vivere senza carne!
E io sono un mangiatore di carne come nessun altro. Ma in 6 mesi in India ho mangiato pollo solo una volta ed è stato per caso. E non ho avuto nessuna voglia di carne.
Questi sono forse i miei piatti preferiti:
· Khir - dolce simile a un budino molto popolare in India. Si tratta di riso bollito nel latte e speziato con semi di cardamomo. Gli indiani preparano il khir in occasioni speciali: per gli ospiti, per le feste familiari e religiose, in onore del compleanno di Ganesh, per i Puja da offrire a Shiva. Viene servito come piatto finale di un pasto festivo. Non è solo delizioso, ma anche sano: aiuta a rimuovere il sale in eccesso dal corpo, a ridurre il gonfiore.
· Curry Bamyeh - fagiolini verdi che da fuori ricordano dei peperoncini piccanti. In India li chiamiano bhindi, in Europa okra. È un piatto unico, molto semplice e delizioso. E un buon contorno per qualsiasi carne. Servito sia caldo che freddo.
· Chai masala con latte e spezie - questa bevanda indiana speziata vi riscalderà il corpo e l'anima. In India, il masala è una miscela tradizionale di spezie ed erbe: cardamomo, cannella, zenzero, chiodi di garofano, pepe nero (o pepe Pippali) e semi di finocchio. A proposito, in Occidente, la parola masala è più comunemente associata a una bevanda calda e speziata, realizzata bollendo il tè nero con latte e spezie. Si beve per restare al caldo. La maggior parte dei buongustai sostiene che abbia proprietà tonificanti e un aroma meraviglioso, che ti fa venire voglia di goderti la vita e di amare il mondo.
RICETTE:
POLLO AL CURRY
Ingredienti:
Filetto di pollo (si può usare sia carne bianca che rossa) - 800-850 grammi
Cipolle grandi – 3 o 4
Spicchio d'aglio (medio) - 1
Cumino - mezzo cucchiaino
Curcuma - un cucchiaino
Garam masala - un cucchiaino (colmo)
Peperoncino - 1
Radice di zenzero - un pezzo
Cardamomo – 2 o 3 semi
Olio di girasole - 30-50 ml
Yogurt greco (denso, non liquido) - 200 grammi
Preparazione:
Lavare e asciugare il pollo e tagliarlo a pezzi (io ho tagliato la coscia in quattro pezzi). Mentre la carne si asciuga, preparare la marinata.
Mettere lo yogurt greco, mezzo cucchiaino di curcuma e il garam masala in una ciotola. Mescolare il tutto e mettere i pezzi di pollo nella marinata così ottenuta. Mettere da parte e iniziare a fare la salsa al curry. Idealmente, il pollo dovrebbe marinare per 3 o 4 ore.
Salsa al curry
In un frullatore tritare la cipolla, l'aglio, lo zenzero e il pepe. L'impasto dovrebbe avere la consistenza di un semolino liquido.
Mettere il cumino in una padella calda. Dovrebbe scaldarsi, ma non bruciare, quindi continuare a mescolare. Non appena comincia a scurirsi e si sente un odore fragrante, aggiungere l'olio. Ridurre il calore a intensità medio-bassa.
Versare la miscela precedentemente ottenuta nell'olio ben caldo. Inizia il processo più importante, ci vogliono circa 20-25 minuti, si cuoce la base della salsa al curry. La base di curry deve essere uniformemente rosolata e di colore dorato, quindi deve essere mescolata continuamente.
Una volta che il composto assume il colore desiderato e smette di odorare di cipolla, aggiungere il resto del garam masala, la curcuma e il cardamomo (una volta aperti i semi) e lasciare sul fuoco, mescolando per altri 2 o 3 minuti.
Poi nella stessa padella unite il pollo alla salsa, mescolate, salate, coprite e abbassate il fuoco a intensità media. Lasciate cucinare per 30-40 minuti. Ora il pollo deve riposare per altri 30-40 minuti e poi sarà pronto!
LADDU
Ingredienti:
Farina di ceci o di grano - 400 grammi
Ghee o burro vaccino - 450 grammi
Zucchero di canna o zucchero a velo - 250 grammi
Scaglie di cocco - 2 cucchiai
Nocciole o noci tritate - 2 cucchiai
Cardamomo macinato - mezzo cucchiaino
Cannella - un cucchiaino
Preparazione:
Sciogliere il burro in una grande padella e aggiungervi la farina. Mescolate fino a tostatura e aggiungete le noci grattugiate, il cocco, il cardamomo e la cannella. Mescolare e cuocere per altri 2 minuti.
Poi spegnere il fuoco, aggiungere lo zucchero e aspettare che il composto si addensi. Quando si raffredda, fare delle palline e metterle in frigo per qualche ora.
BUON APPETITO!
di Olga Tsinskaya
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала