Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La stretta sullo sci: sulle piste solo con l'assicurazione e casco fino a 18 anni

© Cortina 2021 - PentaphotoUna seggiovia a Cortina d'Ampezzo
Una seggiovia a Cortina d'Ampezzo - Sputnik Italia, 1920, 01.01.2022
Seguici su
Il nuovo decreto legislativo impone la sottoscrizione di una polizza a tutti gli sciatori, oltre ad introdurre l'obbligo di indossare il casco fino a 18 anni e il divieto di sciare in stato di ebbrezza.
Entra in vigore a partire da oggi la stretta decisa dal governo per garantire maggiore sicurezza sulle piste da sci.
Il decreto legislativo 40 del 2021 introduce l’obbligo per gli sciatori di dotarsi di una assicurazione Rc, di indossare il casco fino a 18 anni e di non sciare in stato di ebbrezza. Le piste, inoltre, dovranno essere larghe almeno 20 metri.
Dovrà indossare il casco non soltanto chi pratica lo sci ma anche le altre discipline invernali, dallo snowboard fino allo slittino.
Per quanto riguarda l’assicurazione, invece, si potrà provvedere autonomamente a stipularla, ma i gestori degli impianti sciistici saranno obbligati a proporla contestualmente all’acquisto dello skipass.
Le autorità, come si legge sul Sole24Ore, verificheranno che tutti gli sciatori ne siano provvisti. Ovviamente, nel caso di incidenti dovrà essere esibito il documento che attesta la sottoscrizione della polizza.
Mondiali di Sci Cortina 2021 - Sputnik Italia, 1920, 25.12.2021
Green pass e assicurazione: ecco le nuove regole per sciare
Occhio anche ad esagerare con l’alcol nelle baite. Per chi affronta le discese con gli sci ai piedi in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti sono previste sanzioni.
Per Andy Varallo, presidente di Dolomiti Superski, sentito dal Sole24Ore, si tratta prima di tutto di una “questione di responsabilità, rispetto e buonsenso che dovrebbe essere la normalità per ognuno”.
Quella che entra in vigore dal primo gennaio 2022 è “una buona legge che tutela chi pratica gli sport invernali”, commenta anche il presidente della Federazione italiana sport invernali del Trentino, Flavio Roda.
L’obiettivo ora, ha aggiunto, interpellato dallo stesso quotidiano, è di “estendere la norma anche alle piste di allenamento”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала