Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Omicron, l'allarme dell'Oms: "Diffusione che non ha eguali da inizio pandemia"

© AP Photo / Raphael Satteril quartier generale dell'OMS a Ginevra
il quartier generale dell'OMS a Ginevra - Sputnik Italia, 1920, 31.12.2021
Seguici su
Secondo il direttore dell'ufficio regionale europeo dell'Oms, Hans Kluge, la diffusione della variante Omicron potrebbe raggiungere il picco a fine gennaio con oltre 8 milioni di nuovi casi ogni giorno.
Per la fine di gennaio i nuovi casi Covid in Europa e in Asia Centrale potrebbero arrivare a sfiorare quota 8 milioni al giorno.
È la previsione del direttore dell’ufficio regionale europeo dell’Oms, Hans Kluge, che in una serie di tweet descrive cosa potrebbe succedere nelle prossime settimane con la diffusione della variante Omicron.
Il picco dell’ondata, secondo il responsabile europeo dell’organizzazione, ci sarà entro la fine del mese prossimo, quando il numero dei casi potrebbe raggiungere livelli record per effetto della capacità infettiva della nuova mutazione del virus.
Un assaggio di quello che potrà succedere nel prossimo futuro lo stiamo vivendo già in questi giorni, con l’aumento repentino dei casi in Europa Occidentale, in buona parte per effetto della variante Omicron. Il contagio, spiega Kluge su Twitter, si diffonde soprattutto tra i “giovani adulti”.
I numeri di queste ore, va avanti il direttore “non hanno eguali in questa pandemia”. La nuova variante, con la sua “alta trasmissibilità” sta “travolgendo i sistemi di tracciamento dei contatti oltre a mettere sotto pressione il personale sanitario”.
Il nuovo scenario, secondo l’Oms, impone ai governi di adattare alle nuove priorità il tracciamento dei positivi.
“In questo periodo, - sottolinea ancora Kluge – sarà più importante che mai l’utilizzo dei cinque stabilizzatori della pandemia: vaccinazioni, dosi booster, mascherine, ventilazione e farmaci antivirali, per ridurre la gravità della malattia, la mortalità e il tilt dei servizi sanitari”.
I medici lavorano in terapia intensiva - Sputnik Italia, 1920, 30.12.2021
Covid in Italia, nuovo record di contagi: superati i 125.000 casi in un giorno
“Omicron – ha detto quindi il direttore dell’Oms per l’Europa – ci impone di essere responsabili: completare il ciclo vaccinale, compresa la terza dose e se sintomatici sottoporsi al tampone ed isolarsi”.
“In questo modo – ha concluso Kluge – proteggeremo sia le persone sia i sistemi sanitari che hanno urgenza di portare a termine anche le prestazioni non legate al coronavirus”.
L’appello, dunque, è a vaccinarsi, non solo contro il Covid, ma anche per contrastare la tradizionale ondata di influenza stagionale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала