Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Super green pass lavoro, Costa: "Ieri primo passo"

© Foto : CRITampone Covid
Tampone Covid - Sputnik Italia, 1920, 30.12.2021
Seguici su
Il segretario alla Salute non esclude ulteriori passi verso l'estensione dell'obbligo vaccinale o la certificazione verde rafforzata ad altre categorie di lavoratori. Possibili cambi di colore delle regioni, se prosegue l'impennata di contagi.
Ieri è stato fatto "un primo passo" sul super green pass per il lavoro. Lo ha affermato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ai microfoni di Non Stop News su Rtl102.5.

"Sono convinto che nel giro di qualche giorno si ritornerà sul tema e forse ci saranno le condizioni o per ampliare addirittura l'obbligo di vaccino per alcune categorie, oppure per estendere il super green pass ad alcune categorie di lavoratori".

L'estensione dell'obbligo di certificazione verde rafforzata per tutti i lavoratori "ha messo in evidenza posizioni diverse all'interno della maggioranza. - ammette il sottosegretario - Io confido però che nei prossimi giorni il tema verrà certamente riaffrontato e sono convinto che anche su questo si arriverà a una progressione".

Obbligo vaccinale

Riguardo al vaccino obbligatorio, Costa ricorda che in Italia è già previsto per alcune categorie, con un provvedimento adottato in anticipo rispetto agli altri paesi europei.

"Ora in campo abbiamo lo strumento del super green pass che sostanzialmente rappresenta un incentivo alla vaccinazione, confidiamo che l'estensione dell'utilizzo del super green pass possa da un lato ridurre il problema relativo ai tamponi e contestualmente incentivare i cittadini alla vaccinazione", aggiunge.

Impennata di contagi

La variante Omicron sta "aumentando in maniera importante il numero dei contagi", anche se i ricoveri non aumentano in maniera proporzionale.
"Ci auguriamo che le misure adottate ieri possano consentire di affrontare e gestire questo momento delicato e decisivo", ha spiegato ancora Costa, non escludendo ulteriori restrizioni dovute al peggioramento dei contagi.
"È ragionevole pensare che ci siano altri cambi di colore perché comunque, anche se non è proporzionalmente uguale all'aumento dei contagi, vi è un aumento costante per quanto riguarda i ricoverati sia in reparti ordinari sia in terapia intensiva, vi è un aumento dei contagiati, quindi è ragionevole pensare che ci possano essere nuovi cambi di colore", ha concluso.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала